Fotovoltaico: supererà l’eolico entro il 2021 secondo Clean Edge

La potenza fotovoltaica mondiale supererà quella eolica entro il 2021, secondo un rapporto stilato dalla società di ricerche americana Clean Edge. Già nel corso del 2013, secondo il rapporto, il numero degli impianti fotovoltaici installati nel mondo ha raggiunto quello delle centrali eoliche, ma per il sorpasso in termini di potenza elettrica bisognerà attendere altri sette anni.

Sarà soprattutto la diminuzione dei prezzi a spingere il fotovoltaico a superare l’eolico entro il 2021. Clean Edge, in particolare, prevede che i prezzi scendano in media del 7% annuo nel prossimo decennio per raggiungere la soglia di 1,21 dollari per watt entro il 2023.

clean edge 2014

Attualmente, comunque, la capacità eolica globale è di 2,5 volte maggiore di quella fotovoltaica, ma entro il 2021 dovremmo arrivare a 715,8 GW solari contro 697,3 GW di eolico. Per il resto, il rapporto annuale di Clean Edge conferma altre recenti analisi sul mercato del solare, a cominciare dalla ripresa della domanda nel corso 2013, che dovrebbe essere in grado di stimolare la crescita nei prossimi anni.

Commenta Ron Pernick, co-fondatore e amministratore delegato di Clean Edge:

L’adozione di energia pulita si contrappone un contesto più ampio che vede molte delle nazioni più energivore del mondo alle prese con scelte cruciali per il loro futuro energetico. Il cambiamento climatico, i problemi dello smog, gli incidenti nucleari e la scarsità di risorse stanno conducendo la crescita in doppia cifra del solare fotovoltaico, oltre che dei veicoli ibridi ed elettrici, dell’edilizia verde e di altre soluzioni clean-tech.

Al di là delle prospettive di crescita, il rapporto, che può essere scaricato gratuitamente online, mette però in evidenza una serie di sfide con cui dovrà vedersela il fotovoltaico, a cominciare dalla pressione dei settori aziendali che vedono il solare e altre forme di generazione distribuita come una minaccia. Questo processo è già iniziato, in particolare negli Stati Uniti, dove la lobby dei combustibili fossili sta cercando di rovesciare le politiche solari in diversi stati.

28 marzo 2014
Fonte:
Lascia un commento