Il fotovoltaico sui tetti negli Stati Uniti potrebbe soddisfare circa il 40% dei consumi annuali di elettricità. A sostenerlo è un’analisi condotta dal National Renewable Energy Laboratory (NREL) del dipartimento dell’energia americano. I risultati dello studio durato 3 anni sono stati pubblicati nel report “Rooftop Solar Photovoltaic Technical Potential in the United States: A Detailed Assessment”.

Gli analisti dell’NREL hanno utilizzato strumenti di simulazione e modelli avanzati per individuare il potenziale del fotovoltaico installato sui tetti degli edifici residenziali di 128 città americane. L’analisi ha rivelato che l’installazione su larga scala di impianti fotovoltaici domestici potrebbe garantire una capacità installata di 1.118 GW e una produzione annuale di elettricità di ben 1.432 TWh.

Precedenti stime effettuate dal NREL fissavano il potenziale di capacità installata a 664 GW e la produzione di elettricità annuale a 800 TWh. Il potenziale del fotovoltaico residenziale è cresciuto negli ultimi anni grazie ai progressi tecnologici e a strumenti più precisi per la simulazione delle prestazioni degli impianti.

I ricercatori hanno scoperto che ben l’83% degli edifici di piccole dimensioni presenta caratteristiche ideali per l’installazione di un impianto fotovoltaico. Solo il 26% della superficie totale dei tetti è adatta a ospitare i pannelli solari. Ciononostante la grande diffusione di questa tipologia di edifici negli Stati Uniti mantiene alto il potenziale. I tetti dei piccoli edifici potrebbero ospitare una capacità installata di 731 GW, generando 926 TWh all’anno, pari al 65% dell’intero potenziale del fotovoltaico sui tetti.

Il potenziale degli edifici di medie e grandi dimensioni è di 386 GW di capacità installata per una produzione annuale di elettricità di 506 TWh. Le cifre pubblicate dall’NREL rappresentano solo una stima parziale dell’enorme potenziale del fotovoltaico negli USA. L’analisi non ha tenuto conto del fotovoltaico integrato nelle facciate degli edifici, degli impianti installati sulle coperture dei parcheggi o sui tetti di abitazioni che non godono di una buona esposizione alla luce solare.

Nei prossimi anni inoltre è atteso un ulteriore incremento dell’efficienza del fotovoltaico, che permetterà di aumentare la produttività degli impianti residenziali. Gli analisti auspicano che i dati contenuti nel report siano d’aiuto agli attori della filiera solare, al Governo federale e alle amministrazioni locali chiamate a pianificare le strategie energetiche. Come ha sottolineato Peter Gagnon autore principale dell’analisi:

Una stima accurata del potenziale del fotovoltaico è importante nella stesura dei piani per lo sviluppo delle regioni. Grazie a questi dati le imprese energetiche, i ricercatori e gli investitori avranno a disposizione uno strumento importante per la pianificazione degli interventi.

6 aprile 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento