Il fotovoltaico installato in Italia sarebbe già in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di tutte le famiglie del Sud. Lo sottolinea la Confartigianato, ricordando che lo scorso febbraio l’energia elettrica di origine solare è divenuta la prima fonte rinnovabile d’Italia dopo l’idroelettrico, superando per la prima volta l’eolico.

Un primato confermato nei mesi successivi, dato che a maggio la potenza fotovoltaica installata ha raggiunto i 14.490 GWh, contro 11.541 GWh eolici. Negli ultimi 12 mesi (da maggio 2011 a maggio 2012), del resto, la produzione di energia fotovoltaica è cresciuta di 11.220 GWh, contro un aumento di soli 2.448 GWh per l’eolico.

Un boom che, secondo la stessa Confartigianato ha effetti significativi non solo dal punto di vista ambientale e dell’approvvigionamento energetico, ma anche economico e occupazionale. Solo tra il 2010 e il 2011, infatti, il numero di impiegati nel settore è aumentato dell’11,9%, nonostante la crisi.

Commenta l’associazione degli artigiani:

Un dato settoriale straordinario, se si considerano le dinamiche occupazionali del nostro Paese, che ha permesso all’Italia di conquistare il primo posto nel confronto con le altre principali economie nazionali europee. Soltanto la Germania ha registrato a sua volta un incremento dell’occupazione nel settore (+1,2%). Segno rosso, invece, per Francia (-1%), Gran Bretagna (-4,2%) e Spagna (-9,8%).

E insieme ai posti di lavoro cresce anche il numero delle aziende del fotovoltaico, aumentate del 10,2% dal primo trimestre 2009 al secondo trimestre 2012. Attualmente, il settore conta ben 100.289 imprese, con un totale di 369.231 addetti.

Sottolinea il presidente di Confartigianato, Giorgio Guerrini:

Le energie rinnovabili offrono grandi potenzialità di sviluppo alle piccole imprese, sia in termini di innovazione sia per la creazione di posti di lavoro. Per questo, Confartigianato si batte affinché i decreti sulle energie rinnovabili in corso di emanazione da parte dei ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente non penalizzino i piccoli impianti.

25 giugno 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Adami_enrico, lunedì 25 giugno 2012 alle17:18 ha scritto: rispondi »

Siate corretti a scrivere le unità di misura. A cosa si riferiscono i 14.000GWh di "POTENZA" ? Wh è unità di misura di energia, non di potenza. Ad ogni modo anche se fossero GW e non GWh sarebbero completamente sbagliati. Posso sapere a cosa vi riferivate?

Lascia un commento