Fotovoltaico: silicio mono cristallino sempre più competitivo

Il divario fra i prezzi dei moduli in silicio monocristallino e policristallino si riduce, mentre il mercato continua ad espandersi: è l’analisi di Energy Trend, società che fa ricerche di mercato nel settore energetico.

Secondo il report di Energy trend, i moduli in silicio monocristallino attraggono in misura maggiore i consumatori, anche grazie ai vantaggi estetici dati dal colore: rappresentano un terzo del mercato, in particolare negli States, dove sono diversi i tentativi di aumentarne l’efficienza.

Arthur Hsu, direttore della ricerca di EnergyTrend, ha spiegato:

L’efficienza di conversione dei moduli monocristallini si è attestata intorno al 18,4%, mentre le celle policristalline sono fra il 17,4% e il 17,6%: al di sopra di questa soglia, solitamente, i prodotti diventano troppo costosi rispetto allo loro potenza

I prezzi delle celle cinesi con silicio mono cristallino si attestano, mediamente, fra gli 0.41 e gli 0.43 centesimi di dollaro per watt: allo stesso tempo, le celle taiwanesi hanno quasi raggiunto l’efficienza di conversione di quelle cinesi, con un gap dell’1%.

Il risultato è che, a parità di prezzo e condizioni, i clienti tendono a scegliere i moduli in silicio mono cristallino.

Secondo la società di ricerca l’aumento dei prezzi, in particolare per quanto riguarda i mercati spot, è stato limitato da alcuni elementi del rapporto domanda/offerta, specie nel secondo trimestre: ma, specifica Energy Trend nel report, il risultato potrebbe dare luogo a oscillazioni durante il resto dell’anno.

18 aprile 2014
Fonte:
Lascia un commento