Dopo mesi di brutte notizie sull’energia fotovoltaica in Germania, in crisi nera a causa dei tagli agli incentivi, finalmente ne arriva una buona: a cavallo di mezzogiorno di venerdì e sabato scorsi dai numerosissimi impianti fotovoltaici tedeschi sono stati prodotti 22 GWh di energia elettrica rinnovabile, l’equivalente di 20 centrali nucleari a piena potenza.

Secondo Norbert Allnoch, che dirige l’Istituto sull’industria delle Energie Rinnovabili di Munster, si è trattato di quasi il 50% del fabbisogno totale nazionale tedesco:

Fino a ora nessun paese aveva prodotto così tanta elettricità fotovoltaica. La Germania era arrivata vicino i 20 GWh qualche volta nelle recenti settimane. Ma questa è la prima volta che si è prodotto tanto

In Italia, recentemente, abbiamo avuto un primo assaggio del banchetto fotovoltaico che la Germania ha potuto consumare venerdì e sabato. A Pasquetta, ad esempio, la Sicilia ha prodotto dalle rinnovabili il 94% dell’energia che ha consumato a cavallo tra le ore 13 e le 14 e il 60% del totale giornaliero. Ma stiamo parlando di quantità di energia ovviamente diverse.

In Germania, invece, la cosa interessante è che il record dell’anno precedente era di 14 GWh prodotti. E, in effetti, negli ultimi mesi sul suolo tedesco sono stati installati ulteriori 7,5 GW di potenza fotovoltaica. Questo, anche in vista del progressivo abbandono del nucleare, rincuora Allnoch:

Questo mostra che la Germania è in grado di coprire una gran parte delle sue necessità energetiche con il sole. E mostra anche che la Germania può farlo con meno centrali a carbone, gas e nucleare

Se il sole brilla sul fotovoltaico tedesco, però, la politica porta non poche ombre. Il settore è ancora in bilico a causa della revisione delle tariffe incentivanti, bloccata dalle Regioni ma ancora non del tutto scongiurata.

28 maggio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento