L’impianto agro fotovoltaico più grande d’Europa a Gela: è stato Rosario Crocetta, presidente della Regione Sicilia, a inaugurare l’inizio dei lavori in contrada Zai, dove sorgerà una struttura da 120 MW, su una superficie di 230 ettari, integrato con un impianto di cogenerazione e con le coperture delle serre agricole.

Il progetto da 250 milioni di euro, chiamato Ciliegino, è stato progettato e co-finanziato dalla cooperativa Agroverde e dalla Radiomarelli Spa: a circa 7 km a nord-est di Gela, 107 ettari di serre innovative avranno un tetto di 550 mila metri quadrati di pannelli fotovoltaici. L’impianto così progettato dovrebbe produrre 80 MW di energia fotovoltaica e 40 MW di energia da cogenerazione a metano. Durante la sua costruzione darà lavoro a mille persone e, una volta avviato, la struttura avrà 250 dipendenti stabili.

La corrente elettrica prodotta dall’impianto agro fotovoltaico sarà trasformata da media ad alta tensione grazie a una sottostazione locale e poi trasferita a una centrale gestita da Terna che la distribuirà sulla rete sicula. Per la distribuzione, sarà costruito un nuovo elettrodotto, della lunghezza di circa 15 km. Gela, inoltre, otterrà un parco pubblico attrezzato di 17 ettari.

Per il territorio gelese la costruzione dell’impianto agro fotovoltaico è molto importante: dopo l’arresto di Vito Nicastri, chiamato “il re del vento”, sembrava che anche il tema dell’energia fosse stato ormai ingurgitato dal malaffare e dalla classe mafiosa. Ma il presidente Crocetta, già baluardo dell’antimafia durante suoi anni da sindaco della città, ha spiegato:

Qui la mafia non entrerà perché vigileremo con attenzione. Oggi è una giornata importante – perché cominciamo a raccogliere i frutti di una programmazione sul solare, sul quale abbiamo deciso di investire, come dimostra il patto dei sindaci, che conta già l’adesione di 180 comuni, per partire dal prossimo anno con i progetti eco-compatibili di autoproduzione di energia elettrica e di posti di lavoro.

Secondo Crocetta, il parco agro fotovoltaico di Gela permetterà inoltre alla regione tutta di fare un “balzo in avanti” nel percorso della conversione del industria della produzione energetica:

La Sicilia supererà la Germania e diventerà la prima regione d’Europa nella produzione di energia fotovoltaica.

10 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
giuseppe, martedì 11 giugno 2013 alle14:35 ha scritto: rispondi »

ma per mandare un curriculum?

ivano, martedì 11 giugno 2013 alle11:46 ha scritto: rispondi »

Credo sia una ottima notizia,finalmente,a prescindere da chi si è impegnato a ,diamo spazio ad una soluzione INTELLIGENTE che fa risparmiare sia la famiglia,sia le aziende,UTILIZZANDO la fonte energetica meno INQUINANTE,congiuntamente al Fotovoltaico infatti la cogenerazione a Gas Metano,fonte di cui disponiamo al minor costo,ed al minore inquinamento atmosferico,oggi nel mondo,permette di produrre Energia elettrica ed il calore in modo AUTONOMO,RISPARMIANDO denaro che sia il privato che le aziende possono destinare ad altro (magari a spese indispensabili come alimentare,sanitario,cultura,o svago) comunque RISPARMIO da utilizzare in maniera più consona al genere umano. Oltretutto il RISPETTO dell'Ambiente,la non emissione di polveri sottili nell'aria,il basso impatto di Co2,sono dei considerevoli fatti che possiamo definire epocali ed in prospettiva futura meritevoli di appoggio incondizionato. Ottima cosa,grazie a tutti i fautori ed esecutori del progetto. Ci occuperemo di cogenerazione a tutto campo,pertanto siamo entusiasti della notizia. Ivano

ivano, martedì 11 giugno 2013 alle10:48 ha scritto: rispondi »

Comunque se si deve prendere coscienza del fatto che le fonti alternative sono il futuro,questo importante passo non può e non deve essere minimizzato,tutti vorremmo il ,ma la realtà è un'altra. La cogenerazione a gas,questa è la soluzione ideale associata al fotovoltaico. La cogenerazione con il gas metano,oltre a rappresentare il modo più economico oggi proponibile,è anche il meno inquinante per produrre Energia elettrica e calore. La associazione Energia e calore utilizzabili entrambi con la macchina cogeneratrice a gas metano,ha oggi il costo più basso di produzione al mondo,tanto è vero che in alcuni paesi molto attenti alle esigenze delle famiglie e delle aziende.oltre al minore inquinamento dell'ambiente,vedi Canada,Giappone,ecc propongono tale soluzione a tutti. Oltre all'aspetto economico,che fa solo piacere alla comunità in generale,la macata emissione di polveri sottili nell'aria rispetta in toto l'ambiente a beneficio di tutta la comunità residente. Avanti tutta,con i migliori auguri. Ivano

cosimo, lunedì 10 giugno 2013 alle12:59 ha scritto: rispondi »

la sicilia supererà la Germania... a Crocetta!!! la Germania ne ha circa 30 di GW installati e tu con 1,1 GW che con questo impianto aumenterà a 1,3 GW. Ne devi fare di strada... Se intanto ti dessi da fare per far realizzare l'elettrodotto che attraversa lo Stretto di Sicilia che adesso è "in panne" per i soliti comitati .. faresti una cosa molto più utile dei proclami dato che senza quell'elettrodotto la Sicilia può produrre tutta l'energia che vuole ma... non può esportarla!!!

Lascia un commento