Nonostante la crisi, nel 2011 l’Europa ha mantenuto una netta leadership nel mercato mondiale del fotovoltaico. Il dato emerge dal rapporto “Photovoltaics status report 2012″ del Joint Research Centre (JRC) della Commissione europea, secondo il quale i due terzi dei pannelli solari installati globalmente lo scorso anno sono stati montati proprio in Europa.

In totale, la nuova potenza fotovoltaica installata nel continente ammonta a 18,5 GW sui 52 complessivi e, spiega il JRC, sarebbe sufficiente a soddisfare il fabbisogno elettrico dell’intera Austria, che è pari a circa il 2% di quello europeo.

Quanto ai singoli Stati membri, Germania, Italia, Spagna, Repubblica Ceca, Francia, Belgio e Regno Unito sono stati nell’ordine i Paesi che hanno fatto registrare, nel corso del 2011, il maggior numero di installazioni di nuovi pannelli solari.

Dietro questi numeri, secondo gli analisti, c’è il boom dell’industria fotovoltaica europea, che negli ultimi 10 anni è cresciuta del 40%, contribuendo al drastico calo (-60%) dei costi delle installazioni. Una crescita che però, ammettono i ricercatori del Joint Research Centre, è ora minacciata dalla concorrenza delle imprese asiatiche, che negli ultimi 5 anni hanno fatto registrare l’incremento produttivo maggiore. La Cina da sola, sottolinea il rapporto, rappresenta ormai oltre il 50% della produzione fotovoltaica mondiale.

26 settembre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento