Il mercato del fotovoltaico varrà 134 miliardi di dollari entro il 2020: sono i numeri dell’ultima ricerca di Navigant, che prevede una copertura soprattutto da parte dei mercati arabi e asiatici. Secondo Navigant, infatti, i mercati americano e asiatico compenseranno la contrazione di quello europeo, mentre una nuova spinta verrà soprattutto dall’Arabia Saudita e dal Sud America.

Navigant research spiega che l’anno cruciale per il settore potrebbe essere il 2017: la riduzione dei crediti di imposta negli States e i cambiamenti nelle strategie di un’altra serie di mercati potrebbe rendere il 2017 l’anno in cui il settore viene “svezzato” delle sovvenzioni per diventare completamente autonomi. Dexter Gauntlett, analista di Navigant, ha spiegato:

Entro la fine del 2020, il fotovoltaico dovrebbe arrivare a costi competitivi sui prezzi al dettaglio, senza sovvenzioni, in buona parte del mondo tecnologicamente avanzato. Attualmente infatti, gli incentivi finanziari e le scelte governative sono ancora i driver più importanti del mercato.

Il report sottolinea come i progetti di utility pubbliche su larga scala stiano abbattendo i costi generali degli impianti e accelerando il percorso verso la grid parity. Gauntlett ha poi concluso:

Nella maggior parte dei casi gli obiettivi di riduzione dei costi e aumento dell’energia pulita proveniente dal fotovoltaico saranno raggiunti o superati, con 438GW complessivamente installati tra il 2013 e il 2020.

15 luglio 2013
Fonte:
I vostri commenti
Johnny, martedì 23 luglio 2013 alle15:04 ha scritto: rispondi »

Qualcuno ha sentito parlare di queste casette in legno prodotte con materiali naturali? Sono buone? Grazie Johnny

Lascia un commento