Gli incentivi proposti dal governo nipponico per incoraggiare le energie alternative dopo il disastro di Fukushima, renderanno il Giappone il primo mercato mondiale del solare in termini di ricavi nel 2013. A dirlo sono gli analisti di Bloomberg New Energy Finance dopo aver rivisto le stime fatte in precedenza che assegnavano nuovamente alla Cina il primato di quest’anno e alla Germania il secondo posto.

>> Scopri perché il 2015 sarà l’anno della ripresa del fotovoltaico

Alla luce dei nuovi incentivi, sia IMS research che Bloomberg hanno dovuto analizzare nuovamente la situazione e correggere le previsioni: quest’anno il Giappone installerà meno della Cina, che rimane ancora il primo mercato, ma l’elevato prezzo dei sistemi nipponici renderà il mercato giapponese il più grande dal punto di vista del volume di affari.

Secondo il Japan Phtovoltaic Energy Association, durante i primi tre mesi dell’anno gli ordini sui moduli solari sono aumentati in Giappone del 73% rispetto al trimestre precedente: i generosi incentivi ricevuti dai produttori di energia fotovoltaica ha fatto si che le tariffe arrivino fino a 38 centesimi per KW/h per 20 anni, più del doppio di Cina e Germania. Secondo gli analisti di BENF:

A meno che il governo cinese si muova molto rapidamente per aumentare gli incentivi per il soalre residenziale, o che siano gli sviluppatori giapponesi muoversi più lentamente del previsto, il Giappone sarà il più grande mercato fotovoltaico al mondo nel 2013.

Saranno dunque i ricavi a rendere il Giappone il mercato del fotovoltaico più prezioso al mondo: quest’anno infatti, la porzione di mercato in mano ai giapponesi passerà dal 14% del 2012 al 24%, scavalcando la Cina e relegando la Germania al terzo posto.

4 giugno 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento