Il 2012 è stato un ottimo anno per le rinnovabili e lo saranno anche il 2013 e i prossimi dieci anni. Ne è convinta l’americana Clean Edge che, nel suo report Clean Energy Trends 2013, ipotizza che il giro d’affari del fotovoltaico, eolico e biocarburanti insieme passeranno in un decennio dagli attuali 248,7 miliardi di dollari a 426,1 miliardi.

Secondo i dati di Clean Edge i biocarburanti, tra produzione e prezzo di vendita di etanolo e biodiesel, hanno raggiunto i 95 miliardi di valore nel 2012. Erano 83 miliardi l’anno prima: in dodici mesi la produzione di biofuel è cresciuta da quasi 28 miliardi di galloni a 31,4 miliardi.

Anche l’eolico è cresciuto dai 71,5 miliardi di dollari del 2011 ai 73,7 del 2012 con 44,7 nuovi GW installati: 13 dei quali installati dalla Cina, altrettanti dagli USA e 12,4 dall’Europa. Nel complesso, a fine 2012, l’eolico già installato nel mondo ha toccato i 282 GW.

Il fotovoltaico, invece, ha perso oltre dieci miliardi di giro d’affari: dai 91,6 miliardi di dollari del 2011 ai 79,7 del 2012. Calcoli che comprendono il valore dei pannelli, degli altri componenti degli impianti e dell’installazione.

Sappiamo bene che il 2012 è stato l’anno della crisi del fotovoltaico e Clean Edge ribadisce che l’anno appena trascorso ha visto scendere del 19% i ricavi del solare, nonostante le installazioni abbiano toccato la cifra record di 30,9 GW. Ma i prezzi di vendita del fotovoltaico sono scesi dai 7 dollari al Watt di cinque anni fa ai 2,5 dollari dei nostri giorni spiegando il crollo dei ricavi.

Tuttavia, Clean Edge ribadisce che queste tre fonti, insieme, vedranno raddoppiare il loro valore in soli dieci anni. Le installazioni totali, visto che i prezzi continueranno a scendere, saranno quindi ben più che doppie.

13 marzo 2013
Fonte:
Lascia un commento