Il fotovoltaico globale toccherà i 60,05 GW nel 2018, dai 29,6 GW del 2011, crescendo a un Compound Annual Growth Rate (CAGR) del 10,7%. Ad attestarlo è il rapporto di Transparency Market Research, “Solar Photovoltaic Installation Market by Grid Type, by Technology, by End Use – Global Industry Analysis, Size, Share, Growth, Trends and Forecast 2012 – 2018″.

Lo studio analizza i possibili scenari economici del settore per i prossimi 5 anni, sondando la crescente domanda di energia e comparandola all’offerta su fotovoltaico a film sottile, a concentrazione, in silicio monocristallino, organico, sia per le reti in-grid che off-grid, tendendo conto anche delle sovvenzioni statati e del sostegno strategico dal punto di vista politico ed economico.

>> Leggi perché il mercato del fotovoltaico si riprenderà nel 2015

Secondo gli analisti la crescita del settore sarà frenata da una serie di condizioni come il clima caldo umido di alcune zone che porta al deterioramento dei pannelli solari, la durata limitata delle batterie nei sistemi off grid, la riduzione dei feed in tariff in varie parti del mondo, l’intensità irregolare della luce e l’eccesso di offerta.

Nel 2011 a rappresentare il 30,22% della domanda globale è il solare residenziale, uno dei mercati che vedrà la crescita più rapida: entro il 2018 arriverà al 33,36%.

Per quanto riguarda il tipo di sistema rispetto al collegamento, i sistemi grid connected hanno fin ora dominato mercato, rappresentando il 98,03% della capacità totale installata nel 2011, mentre il 80,81% della capacità totale installata nel 2011è stata costruita con pannelli in silicio mono cristallino, seguita dal film sottile, che cresce a un CAGR del 18,0%.

In termini di volume, nel 2011 l’EMEA (Europe, the Middle East and Africa) ha dominato la contabilizzazione mercato globale per oltre il 75,7% della capacità installata, seguita da Asia Pacific, grazie alla crescente domanda nei paesi emergenti, in particolare Cina e India. E sarà proprio l’area dell’Asia-Pacifico a dominare gli scenri futuri, in particolare nei settori utility scale, commerciali e residenziali. Nel periodo 2012-2018, infatti, il ritmo di crescita del fotovoltaico in questa zona avrà un CAGR del 16,99% grazie soprattutto all’abbassamento dei prezzi e al forte sostegno che i governo forniranno all’intera industria fotovoltaica.

1 luglio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento