I prossimi nove anni vedranno uno sviluppo significativo della generazione distribuita di energia fotovoltaica. A prevederlo è lo studio Residential Energy Innovations di Navigant Research, secondo il quale saranno oltre 625.000 milioni i dollari investiti dai proprietari di abitazioni nel fotovoltaico durante i prossimi nove anni.

Dice Neil Strother, principale analista del gruppo Navigant che ha seguito la ricerca:

La crescente accessibilità delle tecnologie per la generazione distribuita sta dando ai clienti un maggiore controllo del loro consumo e della produzione di energia, trasformando alcune case in centrali elettriche in miniatura che generano tutta la potenza che consumano e sono anche in grado di fornire energia alla rete.

Secondo il rapporto, i pannelli fotovoltaici rappresentano la tecnologia più “visibile”, tanto da rimodellare il paesaggio residenziale.

Questo predominio del solare, secondo gli esperti, si deve alla maggiore maturità della tecnologia, che gode quindi di un certo “vantaggio” rispetto ad altri sistemi per la generazione energetica distribuita.

È il caso, ad esempio, della produzione combinata di calore ed energia elettrica su scala residenziale, che è ancora nelle prime fasi di sviluppo. La crescita, sostengono gli analisti, arriverà anche grazie allo sviluppo dei sistemi di accumulo e di quelli che permettono ai veicoli elettrici di ricevere alimentazione dalla rete domestica.

18 settembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Alceste De Benedictis, giovedì 18 settembre 2014 alle13:34 ha scritto: rispondi »

Non trascurerei il " micro eolico" per abitazioni. Ho la sensazione che grazie ai contributi attuali i fornitori degli impianti stiano esageratamente approfittando del momento. Prezzi più adeguati ai costi di realizzazione, aumenterebbero in maniera consistente i potenziali clienti. Me in testa.

Lascia un commento