Nei prossimi due anni il fotovoltaico sul tetto negli USA continuerà a crescere, tagliando il traguardo più ambito, la grid parity, entro il 2016. Sono le più che rosee previsioni di Vishal Shah, uno dei principali analisti della Deutsche Bank specializzato nel mercato solare.

Attualmente in 10 Stati americani per il fotovoltaico sul tetto è già stata raggiunta la grid parity. Entro il 2016 tutti e 50 gli stati degli USA centreranno questo obiettivo, a causa di un picco senza precedenti nella diffusione degli impianti solari sia residenziali che commerciali.

Secondo Shah, per il fotovoltaico nordamericano è un periodo d’oro. I costi del solare negli USA sono infatti in continuo calo. Inoltre l’acquisizione di nuovi clienti non è mai stata così facile così come l’erogazione di finanziamenti.

Le previsioni della Deutsche Bank sono state inserite nel primo rapporto stilato dalla banca tedesca per la Vivint Solar, la seconda azienda con il più alto numero di installazioni negli Stati Uniti. Secondo l’esperto, le prospettive sono così favorevoli per il mercato solare americano che la Vivint Solar nei prossimi due anni arriverà a raddoppiare ogni anno le sue vendite.

Un destino favorevole che sarà condiviso da molte altre aziende del settore, grazie anche a nuovi modelli finanziari che attrarranno numerosi investimenti. Un boom improvviso, quello del fotovoltaico sul tetto negli USA. Basti pensare che nel 2012 sui tetti residenziali di tutti e 50 gli stati federali è stato installato solo 1 GW, poco più della nuova potenza installata in Australia che conta una popolazione nettamente inferiore.

Nei prossimi tre anni si assisterà a un incremento del tasso di installazione 6 volte superiore a quello attuale. La Vivint Solar, ad esempio, oggi conta appena 130 MW di capacità installata, ma entro il 2020 dovrebbe raggiungere la soglia dei 4GW. Merito di uno sconto del 15-30% sul prezzo di mercato operato ai suoi clienti e di un contratto ventennale che prevede poche tasse e oneri per l’utilizzatore finale.

30 ottobre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento