Le tecnologie rinnovabili continuano a guadagnare terreno sulle fonti fossili sul fronte della competitività. Lo dimostrano le ultime proiezioni sul fotovoltaico pubblicate da Bloomberg New Energy Finance. Secondo gli analisti Jess Shankleman e Chris Martin nel giro di qualche anno i costi del fotovoltaico saranno più bassi del carbone in tutto il mondo.

I primi Paesi in cui si compierà lo storico sorpasso saranno quelli che hanno adottato una carbon tax e che importano elettricità prodotta dal carbone dall’estero. Tra questi gli Stati UE e il Brasile, Paesi in cui l’energia solare costerà meno del carbone già entro il 2020.

=> Costi fotovoltaico sempre più vicini all’eolico, leggi i dettagli

La maggiore competitività del fotovoltaico sul carbone a livello globale dovrebbe compiersi entro il 2025. In meno di 10 anni la produzione di energia dal fotovoltaico costerà meno della generazione di elettricità dalle centrali a carbone. Il costo sarà inferiore anche calcolando tutte le spese di sistema.

Le previsioni degli esperti fanno ben sperare su un futuro del mercato energetico globale a basso impatto ambientale. D’altra parte ormai da diversi anni persino i Paesi come la Cina, in cui il carbone copre ancora una grossa fetta del fabbisogno energetico, hanno dirottato gran parte degli investimenti verso le fonti rinnovabili.

=> Leggi le novità nel settore rinnovabili

Grazie ai minori costi delle componenti solari e a una concorrenza più agguerrita tra i produttori i costi dell’energia solare negli ultimi 8 anni sono scesi di ben il 62%.

Lo scorso anno i costi per kWh dell’elettricità prodotta dal fotovoltaico hanno toccato cifre basse da record in Cile e negli Emirati Arabi, pari ad appena 2-3 centesimi di dollaro.

Entro il 2025 i costi di installazione di un impianto fotovoltaico da 1 MW subiranno un ribasso del 36%, passando da un dollaro a 74 centesimi di dollaro per watt. I costi inferiori moltiplicheranno le nuove installazioni attirando centinaia di investimenti nella filiera delle energie rinnovabili.

Non a caso sia l’IEA che l’IRENA alla luce degli ultimi trend hanno rivisto al rialzo le stime sulla crescita della capacità rinnovabile globale attesa nei prossimi anni.

13 gennaio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento