Il fotovoltaico con accumulo sta diventando sempre più competitivo nei Paesi occidentali. Merito della riduzione dei costi delle batterie e dell’ingresso sul mercato di nuovi prodotti facili da installare come la Tesla Powerwall.

I vantaggi delle batterie domestiche sono numerosi. Gli utenti che hanno installato un impianto fotovoltaico possono sfruttarlo al meglio immagazzinando l’energia prodotta in eccesso nelle ore diurne nel sistema di accumulo. L’elettricità stoccata permette di soddisfare i consumi nelle ore serali, tagliando ulteriormente i costi delle bollette energetiche.

=> Leggi le novità in arrivo nel settore dei sistemi di accumulo

Anche le autorità energetiche guardano con interesse sempre maggiore ai sistemi di accumulo domestici. La Svezia di recente ha approvato un nuovo piano di incentivi destinato alle batterie fotovoltaiche. L’obiettivo del meccanismo di incentivazione è di rendere più stabile la rete elettrica, sfruttando i sistemi di accumulo per contrastare l’intermittenza delle fonti rinnovabili.

In Europa una posizione da leader nel mercato dei sistemi di accumulo la detiene la Germania. Il portale specializzato QualEnergia ha analizzato le best practices tedesche, un modello da cui l’Italia ha molto da imparare.

In soli tre anni il Governo tedesco ha incentivato l’installazione di ben 43 mila impianti fotovoltaici abbinati a sistemi di accumulo. Negli ultimi anni il mercato ha innestato una marcia più veloce. Lo rivelano le cifre sulle nuove installazioni avvenute nel 2015. Gli impianti fotovoltaici con accumulo installati nel Paese sono stati il 41% delle installazioni totali, per un totale di 19 mila sistemi integrati.

=> Scopri le novità in arrivo per il settore fotovoltaico

La percentuale appena un anno prima era del 14%. Le aree che vantano il maggior numero di installazioni sono la Baviera e la Renania. Nel 2016 la fetta di impianti fotovoltaici con accumulo è destinata ad allargarsi ulteriormente. Secondo le stime degli analisti dell’istituto EuPD Research quest’anno in Germania verranno acquistati tra i 23 e i 25 mila sistemi di accumulo fotovoltaici.

Una cifra che supera di ben il 30-40% le vendite totali registrate nel 2015. Il merito dell’impennata delle vendite è in gran parte della KfW, l’istituto di credito per lo sviluppo del Paese. La banca offre ai clienti tassi di interesse agevolati per acquistare le batterie fotovoltaiche. Un’altra agevolazione offerta dall’istituto di credito è rappresentata dagli incentivi in conto capitale del 25% sull’investimento.

Per usufruire delle agevolazioni gli utenti devono garantire che non venga immessa in rete una percentuale di elettricità autoprodotta superiore al 50% del totale. In questo modo si scongiura il rischio di sovraccarico della rete elettrica e diminuiscono i prelievi.

Il mercato tedesco è sempre più vivace. Oggi si contano oltre 60 aziende che commercializzano soluzioni per lo stoccaggio dell’energia fotovoltaica. A dominare il mercato tedesco è la Sonnen a quota 27%. Al secondo posto a quota 19% troviamo la Senec, seguita dalla E3/DC (10%), dalla LG Chem (9%) e dalla Solarwatt (6%).

28 novembre 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
Corrado Ravera , lunedì 28 novembre 2016 alle11:15 ha scritto: rispondi »

Inreressato per impianti domestici monofamiliari e su imbarcazioni.

Lascia un commento