Un nuovo sistema in grado di combinare l’impianto fotovoltaico di casa con la pompa di calore, usando l’energia solare per il riscaldamento dell’acqua sanitaria e massimizzando il risparmio energetico. Si tratta dell’ultima soluzione ideata da Schüco Italia, azienda che opera nei settori dell’efficienza energetica e dell’energia solare.

La nuova tecnologia, in particolare, consente alla pompa di calore Schüco di dialogare con l’inverter della stessa ditta, attivando automaticamente la funzione che permette di usare l’energia solare per produrre acqua calda. Il meccanismo si aziona nelle ore diurne, quando l’irraggiamento solare è massimo e spesso si produce energia in surplus, perché molti componenti della famiglia non sono in casa.

Spiega Francesco Zaramella, responsabile tecnico della divisione “Nuove energie” di Schüco Italia:

L’utilizzo all’interno dell’abitazione dei due impianti in un sistema unico, la pompa di calore per acqua calda sanitaria e il fotovoltaico, rappresenta già di per sé un ottimo investimento. La principale novità della nostra proposta sta nel collegamento tra i due sistemi, che rappresenta un ulteriore importante passo in avanti.

Oltre a fornire un doppio vantaggio in termini di risparmio energetico, il doppio sistema fotovoltaico – pompa di calore presenta anche una duplice convenienza in termini di incentivi. Da una parte, infatti, installandolo al posto di sistemi di riscaldamento meno efficienti, è possibile godere della detrazione fiscale del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

Oltre a questo, naturalmente, ci sono gli incentivi del Quinto Conto Energia per l’impianto fotovoltaico. Utilizzando il sistema combinato, inoltre, grazie allo sfruttamento diretto dell’energia prodotta, è possibile ottenere anche il bonus per l’autoconsumo previsto sempre dal Conto Energia.

29 ottobre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento