Il Messico è il terzo paese al mondo per attrattività per gli investitori, sviluppatori e produttori del settore solare. A dirlo è la società di analisi IHS, precisando che l’ascesa del paese centroamericano dipenda soprattutto dalle diverse centinaia di megawatt di progetti fotovoltaici attualmente in fase di realizzazione.

Secondo IHS, in generale, i mercati emergenti nel settore fotovoltaico sono rappresentati da paesi che devono ancora installare più di 1 GW di fotovoltaico. Lo studio tiene conto inoltre di parametri come incentivi statali, normativa, elettricità e prezzi del sistema.

Gli analisti stimano che un totale di 327 MW di capacità di fotovoltaico dovrebbe essere installato in Messico quest’anno. La Commissione federale messicana dell’energia elettrica (CFE) ha inoltre annunciato l’intenzione di formare partnership con aziende private per promuovere la produzione di energia rinnovabile.

Messico a parte, il Sud Africa resta al numero uno per l’attrattività solare, seguito dalla Turchia. A completare la top five sono Israele al quarto posto e la Svizzera al quinto. La Romania, che era terza lo scorso anno tra i mercati emergenti, ora scivola al numero nove nella classifica, soprattutto a causa del recente dimezzamento dei sussidi governativi.

Altre conclusioni degne di nota sono l’inclusione delle Filippine nella top 10 di quest’anno e il Cile, dove il fotovoltaico inizia a svilupparsi. I mercati emergenti, spiega comunque IHS, presentano comunque un residuo elemento di rischio legato alla capacità delle reti di trasmissione di sostenere la nuova capacità rinnovabile.

13 marzo 2014
Fonte:
Lascia un commento