Fotovoltaico: celle solari semitrasparenti e flessibili dal Giappone

Novità in arrivo dal Giappone per quanto riguarda l’energia rinnovabile da fotovoltaico. La scoperta è stata presentata dai ricercatori della Tohoku University sulla rivista Scientific Reports e consiste in una cella solare semitrasparente flessibile realizzati con materiali 2D, la cui efficienza di conversione raggiunge il nuovo limite storico (per questo tipo di materiali) dello 0,7%.

=> Scopri il fotovoltaico trasparente italiano realizzato utilizzando il grafene

I ricercatori giapponesi hanno deciso di utilizzare, per le loro celle solari semitrasparenti flessibili, i metacalcogenidi di metallo di transizione (transition metal dichalcogenides, TMD), considerati appunto un materiale atomico sottile 2D. Un approccio derivato dalla crescente attenzione registrata intorno alla richiesta di fotovoltaico sottile adattabile a finestre, dispositivi mobili (inclusi smartphone e tablet) e persino alla pelle umana.

=> Fotovoltaico: scopri le celle solari in perovskite ispirate agli occhi delle mosche

Malgrado i progressi fatti registrare dal gruppo guidato dal prof. Kato restano ancora alcune questioni aperte relativamente al miglioramento dell’efficienza delle celle solari, della flessibilità, della stabilità, della trasparenza a livello ottico come dell’adattabilità sulle varie grandezze. Come ha dichiarato il suo inventore, Toshiaki Kato:

La cella solare trasparente o semi-trasparente può essere utilizzata in una varietà di modi. Questo nuovo tipo di cella solare può avere impatto sulle tecnologie che utilizziamo nella vita di tutti i giorni nel prossimo futuro.

26 settembre 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento