Fotovoltaico: cella solare e batteria insieme, ecco come funziona

Una cella solare che fa anche da batteria. Il panorama del fotovoltaico continua a presentare nuove possibili soluzioni energetiche per dire addio alle fonti fossili in favore delle rinnovabili. In questo caso si tratta più che altro di un progetto ancora in fase di messa a punto, ma che potrebbe nel prossimo futuro segnare una svolta in favore delle energie pulite.

La novità per il fotovoltaico è stata presentata dai ricercatori della University of Wisconsin-Madison e della King Abdullah University of Science and Technology (Arabia Saudita) sulle pagine della rivista Chem. Lo studio pubblicato dagli studiosi è intitolato “14.1% Efficient Monolithically Integrated Solar Flow Battery”. Nel documento viene descritto il nuovo dispositivo come SFB (Solar Flow Battery) a elevata efficienza, potenzialmente in grado di rivoluzionare l’intero settore energetico “off-grid” (scollegato dalle normali reti di trasmissione).

=> Leggi di più sul fotovoltaico con perovskite e la stampa in-situ

Mentre altri segmenti della ricerca internazionale stanno puntando verso delle varianti a maggiore efficienza dei consueti pannelli solari (ad esempio le varie versioni con perovskite) con integrazione di sistemi di accumulo esterni destinati al fotovoltaico, i ricercatori statunitensi e sauditi hanno sviluppato un sistema integrato con tre differenti modalità di funzionamento: la prima converte i raggi solari direttamente in elettricità; la seconda consente l’accumulo dell’energia per un utilizzo differito; la terza permette una carica simile a quella di una comune batteria.

Nei prossimi mesi gli sviluppatori puntano alla messa a punto di ulteriori soluzioni in grado di affinare il dispositivo, consentendogli di aumentare l’efficienza attuale (14,1%) e di poter contare su un design più compatto e un costo ridotto (per poter competere sul mercato).

2 ottobre 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento