Fotovoltaico a concentrazione: toccherà quota 1 GW entro il 2020

Il fotovoltaico a concentrazione si prepara a fare un grande balzo in avanti nei prossimi anni: a dirlo sono i dati di Global Data, contenuti nel Concentrated Photovoltaics (CPV) Update 2014. Secondo il report il CPV passerà dagli attuali 357,9 MW a oltre 1 GW entro il 2020: a dominare lo scenario saranno Cina e Stati Uniti.

Durante il corso del 2013, Cina e Stati Uniti hanno trainato il mercato, coprendo, rispettivamente 35,4% e il 33,3% dell’intera produzione mondiale. A seguire la Spagna, con il 12,2%, seguita, al quarto dal Portogallo, con il 5,1% e al quinto dall’Italia, con il 4,3%.

In particolare, sono stati due gli impianti che hanno impresso la maggiore spinta al settore, nel biennio 2012-2013: l’americano Amonix, impianto da 30 MW sito ad Alamosa, Colorado, e il Suncore, impianto da 50 MW situato a Golmud, nella Mongolia cinese. Swati Singh, analista di Global Data, ha spiegato:

Il mercato del fotovoltaico a concentrazione è ancora in una fase nascente, la tecnologia in continua evoluzione permette di raggiungere nuove vette e migliorarne, gradualmente, l’efficienza. Le aziende che hanno avuto successo con i prototipi nei progetti pilota stanno ora rivolgendo la loro attenzione ai sistemi a specchi multipli.

Malgrado le prospettive positive riguardo al mercato del fotovoltaico a concentrazione, le previsioni di Global Data sottolineano la necessità di prudenza da parte degli analisti considerato che una parte dei piccoli produttori di CPV ha chiuso negli ultimi anni, cedendo la propria attività a gruppi più grandi:

Un’ulteriore preoccupazione nel settore del fotovoltaico a concentrazione derivano da affidabilità e prestazioni dei sistemi, anche se sono stati fatti notevoli sforzi per sviluppare standard internazionali per la certificazione di sistemi CPV.

19 marzo 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento