Il mercato globale dei sistemi fotovoltaici a concentrazione (CPV) sta per attraversare una fase di vero e proprio boom, con una crescita attesa del 750% tra il 2013 e il 2020. A sostenerlo è l’ultimo rapporto pubblicato da IHS, società di ricerche di mercato.

In particolare, gli analisti si aspettano che gli impianti CPV, che impiegano lenti o specchi per concentrare la luce sulle celle solari, raggiungano la potenza complessiva di 1.362 MW nel 2020, partendo dai 160 MW attuali. Alla base di una crescita così esplosiva, seconto gli esperti, c’è soprattutto il calo dei costi. Spiega Karl Melkonyan, analista fotovoltaico presso IHS:

Il mercato del solare a concentrazione è sull’orlo di una svolta: i costi sono scesi drasticamente nel corso del 2013 e si prevedono in ulteriore calo nei prossimi anni. Inoltre, dal punto di vista del costo del ciclo di vita, in alcune regioni il CPV sta diventando più competitivo con fotovoltaico convenzionale nei grandi sistemi.

Più nel dettaglio, i prezzi del fotovoltaico a concentrazione sono diminuiti a 2,62 dollari per watt nel 2013, in calo del 25,8% rispetto ai 3,54 dollari per watt del 2012.

Volumi in aumento e una maggiore efficienza del sistema sarebbero secondo il rapporto le ragioni di questo calo dei prezzi, che dovrebbero scendere fino a 1,59 dollari entro la fine del 2017. I costi rimangono più alti rispetto al fotovoltaico tradizionale, ma la situazione cambia se si ragiona nel lungo periodo. Si legge nel report IHS:

Il fotovoltaico convenzionale ha un prezzo inferiore e sembra essere un’opzione più attraente se si considerano solo i costi iniziali. Tuttavia, il prezzo più basso non tiene conto del costo complessivo del sistema in tutto il suo ciclo di vita, né considera il rendimento energetico del sistema.

11 dicembre 2013
Fonte:
Lascia un commento