L’industria del fotovoltaico prosegue inarrestabile la sua corsa. Secondo le stime degli analisti dell’IHS, nell’ultimo trimestre del 2014 è atteso ben il 32% delle installazioni totali di quest’anno. Nello specifico, la potenza installata nei prossimi 3 mesi ammonterà a 14,4 GW.

In totale il 2014 ha visto una crescita delle installazioni del 20% rispetto al 2013. A questo picco farà però seguito un rallentamento nel 2015. Complessivamente quest’anno il fotovoltaico ha aggiunto alla potenza globale già installata negli anni scorsi altri 45,4 GW.

Cifre meno ottimistiche rispetto a quelle diffuse nei giorni scorsi da NPD Solarbuzz, che prevede invece un quarto trimestre piuttosto positivo. Secondo le stime degli analisti di NPD Solarbuzz la potenza fotovoltaica installata nei prossimi tre mesi ammonterebbe a 19,5 GW, per un totale nel 2014 di quasi 50 GW aggiunti.

L’analisi dell’IHS sostiene che a trainare il mercato fotovoltaico saranno gli Stati Uniti e la Cina, che installeranno rispettivamente 2,3 GW e 6 GW nel quarto trimestre del 2014, pari alla metà dei nuovi impianti messi in funzione entro la fine dell’anno.

Negli Stati Uniti il tasso di nuove installazioni si è mantenuto piuttosto costante per tutto il 2014. La potenza che verrà aggiunta nei prossimi tre mesi ammonta al 33% dell’intera fetta annuale. In Cina, i parchi fotovoltaici su scala industriale hanno aggiunto altri 8,5 GW nel 2014, mentre il fotovoltaico sul tetto stenta a raggiungere gli obiettivi ambiziosi fissati dal governo di Pechino per ridurre i livelli di smog. Entro la fine dell’anno, le autorità cercheranno di accelerare le nuove installazioni per raggiungere la quota di 13 nuovi GW installati.

A deludere è invece il mercato solare europeo. Se la crescita globale è stata lenta nella prima parte del 2014 la colpa è infatti di un declino nelle nuove installazioni in Europa.

A esclusione del Regno Unito, che ha fatto segnare una crescita record nel 2014, prosegue infatti il calo del mercato fotovoltaico tedesco e italiano, con le installazioni scese rispettivamente di 1,2 GW e 900 MW. La Germania installerà solo 2,1 GW nel 2014 e l’Italia appena 0,8 GW.

9 ottobre 2014
Fonte:
Lascia un commento