Fotovoltaico a concentrazione a forma di tubo: la Cool Earth Solar, sta testando il suo nuovo sistema di CPV (concentrating photovoltaics), che racchiude le celle fotovoltaiche in un tubo di film plastici leggero e sottile, permettendo una maggiore concentrazione della luce solare sul modulo e quindi un’elevata efficienza del sistema di produzione energetica.

I test, portati avanti in collaborazione con la Lawrence Livermore National Laboratory, distribuiranno 100 kW di moduli a tubo alla Livermore Valley Open Campus’s Clean Energy Demonstration Field, un campus sulle energie alternative che raccoglie oltre 33 partner fra istituti di ricerca, enti, aziende e laboratori. Wayne Miller, capo del progetto presso il Lawrence Livemore Lab, ha spiegato:

Il nostro sistema a forma di tubo gonfiato può essere fondamentale per il design innovativo di Cool Earth. Ognuno tratto del concentratore, dal diametro di 3 piedi è composto da plastica simile a quella che usa per gli imballaggi e per le spedizioni. In effetti, una singola cellula del nostro sistema genera fino a 30 volte l’energia elettrica di una cella solare senza concentratore.

Il nuovo sistema è adattabile a diversi tipi di moduli: in silicio, con le celle multi-giunzione o anche con il film sottile. è molto più leggero dei sistemi precedenti ma abbastanza robusto da sostenere il peso medio di una persona e resiste a venti con potenza di 40 miglia l’ora. Il sistema, inoltre, include delle piccole pompe ad aria per mantenere costante la pressione e un dissipatore di calore.

L’obiettivo dei test portati avanti sul territorio della Cool Earth in collaborazione con il Lawrence Livermore National Laboratory è quello di capire come integrare queste tecnologie nelle comunità locali. A questo proposito, la California Energy Commission ha assegnato 1,7 milioni dollari al LLNL per portare avanti la nuova fase delle sperimentazioni, che comprende la costruzione di un sistema che preveda la disponibilità solare con un’ora di anticipo e gestisca in modo innovativo il carico energetico dell’intero sistema.

25 giugno 2013
Lascia un commento