Dudù, il Barboncino di Silvio Berlusconi e di Francesca Pascale, continua a essere al centro dell’attenzione dei media. E pare che il cane abbia segnato la svolta animalista dell’ex Presidente del Consiglio, ora pronto a proteggere le istanze degli animali meno fortunati. Potrebbe nascere presto il progetto “Forza Dudù”, un sito Web a cui sarà collegata un’associazione per la tutela di cani e gatti in difficoltà.

Dobbiamo fare qualcosa per i cuccioli che non hanno le stesse fortune di Dudù.

Sarebbero queste le parole che Berlusconi avrebbe riferito ai fedelissimi di Arcore, riportate sul Corriere della Sera da alcune fonti anonime che si dicono vicine all’ex Senatore. Sta quindi per nascere un piano animalista per Forza Italia, un servizio di tutela per i cuccioli e i loro proprietari, un punto di sostegno e consulenza gratuita per chi abbia difficoltà – anche economiche – nel sostentamento di un cane e un gatto.

Vi sarebbe anche un sito Web già registrato – forzadudu.it – così come un dossier affidato a Michela Vittoria Brambilla, l’ex Ministro del Turismo da sempre in prima linea per la difesa di cani e gatti e oggi Presidente della Lega Italiana Per La Difesa Di Animali e Ambiente.

Il 55 per cento degli italiani possiede un animale domestico e lo considera come uno di famiglia. In questo la signora Maria e Berlusconi col suo Dudù non fanno differenza. Perché ci sono temi che interessano alla politica e temi che interessano alla gente. Questo è un tema che interessa alla gente.

Secondo indiscrezioni, la conversione animalista di Silvio Berlusconi arriverebbe da un’attenta analisi del Web, dove i problemi e i dubbi dei proprietari degli animali vengono frequentemente sviscerati sui social network. Pare che il politico dalla scorsa estate non possa più fare a meno del suo iPad e così, girovagando su Facebook, si sarebbe accorto della necessità di offrire un nuovo spazio di ascolto per gli animali domestici. I più maliziosi vedono in questa mossa un tentativo per attirare nuovi elettori a Forza Italia, ma si tratta di previsioni al momento azzardate, almeno finché il sito di Forza Dudù non sarà effettivamente online.

Nel frattempo ne è nata l’omonima pagina Facebook, dove Dudù diventa protagonista degli scatti e dei commenti dei suoi ammiratori. E, proprio come avviene sulla pagina ufficiale del cane di Mark Zuckerberg, gli interventi sono tutti alla prima persona singolare, per un Dudù umanizzato.

10 dicembre 2013
Lascia un commento