Il duro lavoro dell’azienda casearia norvegese Tingvollost è stato ripagato: il formaggio stagionato Kraftkar, prodotto dal latte di 50 mucche, ha vinto il titolo di campione del mondo 2016. Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato da una giuria composta da 266 esperti provenienti da tutto il mondo, riuniti a San Sebastián-Donostia nei Paesi Baschi in occasione della 29esima edizione dei World Cheese Awards.

L’evento di fama mondiale, trasmesso sulla tv settoriale World Cheese Tv, viene organizzato ogni anno dalla Guild of Fine Food. Quest’anno alla competizione hanno partecipato oltre 3000 produttori di formaggi provenienti da 31 Paesi diversi: dall’Italia al Mozambico.

Il Kraftkar ha sbaragliato la concorrenza totalizzando un punteggio di ben 71 su 80. La giuria ha riconosciuto all’unanimità le caratteristiche esclusive e pregiate del formaggio.

Tra i 16 migliori formaggi selezionati i giurati hanno premiato il Kraftkar soprattutto per l’equilibrio tra i vari sapori e la consistenza delicata del prodotto caseario. Il formaggio si presenta allo stesso tempo morbido e friabile, una vera delizia per il palato.

Il Kraftkar è un erborinato che si distingue per la muffa, distribuita in modo omogeneo nella forma e in grado di regalare un tocco unico al sapore del formaggio.

I giurati hanno apprezzato anche il gusto e la consistenza del formaggio Cala Blanc, prodotto in Spagna. Il formaggio dell’azienda Lacto Industrial Menorquina ha conquistato il secondo posto, a pari merito (67 punti su 80) con un altro formaggio spagnolo: il Cremositos Del Zujar di Arteserena. Per trovare un formaggio italiano dobbiamo scorrere fino al quinto posto, occupato dal Gorgonzola PDO Dolce della Arrigoni Formaggi.

Per la prima volta in 29 anni ai World Cheese Awards è stato assegnato anche il titolo “Campione dei Campioni”. La cerimonia si è svolta il 17 novembre scorso presso il centro congressi Kursaal di San Sebastián. A guadagnare il primo posto è stato ancora una volta il Kraftkar, seguito dal formaggio Ossau Iraty prodotto dall’azienda casearia francese Agour e dal formaggio Le Gruyère AOP Premier Cru, prodotto dall’azienda svizzera Cremo SA von Mühlenen.

22 novembre 2016
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento