Uno studio condotto per conto di Ford tra luglio e agosto 2012 afferma che, nonostante la crisi economica, sono sempre di più gli automobilisti che desiderano guidare un veicolo ecologico, dicendosi disposti anche a pagare qualcosa in più al momento dell’acquisto pur di viaggiare un modello più rispettoso dell’ambiente.

Dalla ricerca, condotta su un campione di 6.028 cittadini di Danimarca, Italia, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, emerge infatti che il 35% degli interpellati è disponibile ad affrontare una spesa maggiore pur di entrare in possesso di un veicolo a minor impatto ambientale. In particolare, sale al 71% la quota di chi indica l’efficienza come uno dei parametri fondamentali nella scelta di una nuova automobile, mentre il 60% afferma di preferire i modelli prodotti da costruttori che hanno dimostrato il proprio impegno nei confronti dell’ambiente.

>> Scegli l’auto elettrica che fa per te

Nello studio di Ford non passa comunque inosservato il difficile momento di crisi economica, tanto che il 71% del campione ha dichiarato di aver apportato un taglio alle proprie spese complessive per far fronte alle mutate condizioni finanziarie. La spinta a ridurre i consumi parte quindi dall’esigenza di contenere le voci di spesa per il carburante, senza però rinunciare a tenere un comportamento eco-consapevole, con il 68% che si è detto solito applicare al volante gli accorgimenti necessari a contenere consumi ed emissioni.

Quel che appare chiaro è che tali esigenze ambientali sono sempre più sentite dagli europei, i quali sembrano propensi a cambiare il proprio stile di vita stimolati dalle preoccupazioni derivanti dai cambiamenti climatici. Si tratta di una tendenza che, nel mercato dell’auto, si potrebbe riflettere nella creazione di un circolo virtuoso che avrebbe per motore l’aumento della domanda di veicoli eco-efficienti e, come conseguenza, la messa in commercio di modelli sempre più parchi e meno inquinanti, come spiega Barb Samardzich, Vice Presidente Sviluppo Prodotti di Ford Europa:

Lo studio dimostra che anche nei tempi di crisi il desiderio di guidare auto meno inquinanti e più rispettose dell’ambiente, resta elevato. Ford è estremamente concentrata nel proporre prodotti moderni ed ecosostenibili, in grado di venire incontro a questa domanda. Oggi e nel futuro questo impegno è in grado di ridurre le spese che i clienti sostengono per i consumi relativi all’auto.

I veicoli ecologici potrebbero fare da volano per la ripresa del comparto auto, che in Europa è in piena recessione e sta vivendo uno dei periodi più difficili della sua storia. Anche se, un taglio ai listini, soprattutto per le auto elettriche e ibride, appare necessario in ogni caso se si vuol proporre al grande pubblico il vantaggio di viaggiare “verde”.

11 gennaio 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
G_puccetti, martedì 22 gennaio 2013 alle19:36 ha scritto: rispondi »

sarà per questo sondaggio che le mettono care...dichiarndo che pagano le batterie 12.000 USD invece so da fornitore che non le pagano più di 50... USD ;-) Furbastri... Finchè non finiranno gli incentivi e non gli rimarranno tutte sul groppone non faranno come Leaf...che comincia ad abbassare i prezzi. Dietro ci saranno mica le 7 sorellastre??Gabriele Puccetti

Lascia un commento