La Ford C-Max Energi, variante ibrida plug-in della monovolume americana, si è aggiudicato un riconoscimento negli USA, dov’è stata dichiarata l’auto ibrida con il miglior consumo tra quelle commercializzate in Nord America, superando concorrenti quotate e apprezzate come la Toyota Prius e la Chevrolet Volt, elettrica ad autonomia estesa di General Motors.

L’ibrida più efficiente d’America ha superato il test sui consumi dell’EPA facendo registrare un consumo medio di 100 miglia per gallone, equivalenti a 2,82 litri per 100 chilometri. Più staccate sono arrivate invece la Chevrolet Volt, il cui consumo medio è stato di di 98 miglia per gallone, corrispondenti a 2,88 litri necessari per percorrere 100 chilometri, e la Toyota Prius, che si è fermata a 95 miglia per gallone, cioè 2,97 litri ogni 100 chilometri.

Ford ha ovviamente sottolineato il riconoscimento cercando di sfruttare l’eco di questi risultati per attirare dalla propria parte una buona quota di clienti non appena il modello arriverà sul mercato, con il debutto previsto a breve. La Ford C-Max Energi si troverà tuttavia ad affrontare nelle classifiche di vendita le rivali appena superate in questo test, con particolare riguardo alla Chevolet Volt, che nel mese di settembre ha venduto 2.851 esemplari, mentre la giapponese Prius plugin ha convinto 1.652 clienti.

La Ford C-Max ibrida plug-in si affiancherà sul mercato alla variante ibrida tradizionale, cercando di centrare i propri obiettivi di vendita grazie all’efficienza e alla praticità promesse dal suo schema propulsivo, arricchendo il tutto con le funzionalità multimediale del sistema Ford Sync con MyFord Touch e con le buone doti di abitabilità e comfort assicurate dalla carrozzeria monovolume.

16 ottobre 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
chiara, lunedì 17 febbraio 2014 alle19:36 ha scritto: rispondi »

esatto! Quando verrà commercializzata in italia?!?!??!

Andrea, sabato 4 gennaio 2014 alle22:32 ha scritto: rispondi »

Ormai è passato più di un anno da questa notizia ma è prevista una commercialiizzazione in Italia e a che prezzo?

Dario, venerdì 18 gennaio 2013 alle22:52 ha scritto: rispondi »

Ma quando arriva sul mercato italiano?

Lascia un commento