Fondo per Kyoto, Clini: già richiesti incentivi per oltre 60 milioni

Fondo per Kyoto al via ed è subito boom di accessi. Una partenza lampo che ha visto già nelle prime due ore ben 7.000 ingressi e la presentazione di 605 domande a fronte di circa 60 milioni di euro richiesti. Prima richiesta dalla Calabria e relativa ad un impianto fotovoltaico nella Provincia di Vibo Valentia.

Fondo per Kyoto che parte subito in maniera decisa, segno secondo il ministro dell’Ambiente Corrado Clini che in Italia è presente una forte spinta verso l’espansione del settore della “green economy”:

Una risposta – commenta il ministro dell’Ambiente Corrado Clini – che conferma la grande voglia di economia verde che c’è nel nostro Paese e la validità della formula del fondo rotativo, che consentirà l’erogazione di centinaia di finanziamenti in direzione dell’efficienza energetica, delle energie pulite e della sostenibilità ambientale. Un apprezzamento alla capacità organizzativa di CDP, che anche in questa iniziativa ha confermato i suoi livelli di eccellenza al servizio dell’innovazione e dei territori.


Le domande relative al Fondo Kyoto per l’ambiente possono essere presentate attraverso il sito internet della Cassa depositi e prestiti entro e non oltre il 14 luglio 2012. A disposizione 600 milioni di euro equamente divisi in tre cicli da 200 milioni ciascuno. La formula ricordiamo è di un prestito a tasso agevolato (0,50%) per interventi di: installazione di impianti rinnovabili (eolico, fotovoltaico, termico, idroelettrico, solare termico) di piccola taglia; usi finali (involucro degli edifici e infissi; teleriscaldamento da impianti a gas naturale, biomassa, biocombustibili, biogas; geotermia; cogenerazione); sostituzione di motori elettrici industriali; gestione forestale sostenibile; ricerca e sviluppo tecnologie innovative; interventi sui cicli produttivi di aziende agroforestali o produttrici di acido adipico.

19 marzo 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento