Flash Mob in tutta Italia per gli animali maltrattati

L’appuntamento è il 21 dicembre in cinque città italiane: Roma, Marcianise, Torino, Firenze e Bologna. L’occasione è quella di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti dei maltrattamenti, abbandoni e adozioni degli animali. A organizzare il tutto i ragazzi e volontari del gruppo animalista Plf (Pelosi Liberation Front), i quali balleranno in sincrono creando un Flash Mob sulle note di Gangnam Style, l’incredibile successo del rapper coreano PSY.

Con calzini attaccati alle orecchie, per replicare la figura dei simpatici cani bracchetto, il fantastico team di Plf danzerà nel nome di alcuni animali simbolo. Lucky, Carmelino, Topolino, Ciupi, Bianca sono i nomi dei simpatici cagnoloni, emblema dell’importante iniziativa. L’occasione servirà a raggiungere più gente possibile, mostrando l’infaticabile lavoro dei volontari e le possibilità di recupero e adozione degli animali. Spesso vittime dell’abbandono e destinati a morte certa, senza l’intervento prezioso dei volontari animalisti.

L’evento, organizzato per le 20.30, verrà preceduto da una prova generale alle 20.00. L’organizzazione si sta muovendo da tempo, con prove singole o in gruppo necessarie per sincronizzare passi e movimenti. Il balletto verrà poi ripreso e postato su Facebook, sulla pagina del gruppo. I cani per i quali si è mossa tutta l’organizzazione sono il simbolo del lavoro di questi infaticabili ragazzi. Lucky ad esempio, recuperato dai volontari del rifugio Amici degli Animali di Gonnosfanadiga vicino a Cagliari, è stato trovato in condizioni disastrose. Con la testa bucata da un foro di proiettile, e la ferita piena di larve e infezione.

Carmelino, salvato dalla Lida di Olbia, è stato recuperato privo di forze mentre rannicchiato piccolo piccolo cercava riparo dietro un cespuglio. Il corpo segnato dalla fame, dal freddo e dalle malattie e l’animo lacerato dall’abbandono. È un giovanissimo cane da caccia, forse abbandonato perchP inadatto alla pratica cruenta. Per lui balleranno i ragazzi di Bologna. In ottima compagnia con quelli di Marcianise, in provincia di Caserta, nel nome di Ciupi un tenero cane che vive con un proiettile conficcato in corpo.

Ma ancora Bianca, Topolino e tanti dei cani sparsi per l’Italia salvati dalle associazioni sparse per lo stivale. Gruppi di volontari che spesso operano in silenzio, senza clamori e riconoscimenti, a testa bassa per raggiungere l’obbiettivo. Persone che meritano stima e rispetto per il loro operato, in territori dove spesso la vita di un animale non conta nulla e per questo violata e brutalizzata.

19 dicembre 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento