Nuove licenze taxi sono in arrivo a Firenze. Con una novità: saranno tutte per auto elettriche. La decisione, comunicata in queste ore, è contenuta nelle linee guida del bando di assegnazione approvate dalla giunta comunale del capoluogo toscano.

Sulle strade di Firenze nei mesi prossimi ci saranno dunque nuovi taxi, con la particolarità che saranno tutti a trazione elettrica. Questo aspetto, oltre a dare un contributo concreto alla mobilità pulita in ambito urbano, viene anche sottolineato da un minore esborso economico da parte dei candidati.

Nel dettaglio, ciascuna licenza (saranno tutte rilasciate in un’unica tranche: la Direzione allo Sviluppo Economico del Comune di Firenze preparerà a breve il bando di concorso) avrà un valore di 175.000 euro, che sarà possibile versare per intero anche dopo il rilascio della licenza: questa cifra è inferiore del 30% rispetto al valore medio di cessione, che ammonta a 250.000 euro, sulla base della valutazione media che emerge dalle scritture private comunicate nel 2014 e 2015 all’amministrazione comunale fiorentina.

Nella valutazione economica delle licenze i rappresentanti di Palazzo Vecchio hanno tenuto conto inoltre del fatto che l’impiego di auto elettriche come taxi presuppone una serie di vincoli, quali i prezzi d’acquisto e di manutenzione più elevati rispetto a un autoveicolo a gasolio o a benzina, e una operatività inferiore data dalla minore autonomia.

Se i candidati dovessero essere più di 70, per il rilascio delle nuove licenze taxi con auto elettriche sarà predisposta una selezione con test a risposta chiusa e verrà data priorità al titolo di studio, allo stato di disoccupazione (almeno dal 31 dicembre 2015) e ad attività svolte negli ultimi dieci anni in qualità di sostituto alla guida, collaboratore familiare o titolare di autorizzazione per taxi merci.

20 aprile 2016
Fonte:
I vostri commenti
Gino, giovedì 21 aprile 2016 alle17:46 ha scritto: rispondi »

Buonasera , come mai un rilascio licenze oneroso solo per i taxi ,mentre le altre categorie merceologiche vengono rilasciate a titolo gratuito , pur con compravendita dopo lo stesso ? Poi esiste una rete di distribuzione capillare per rifornirsi ? grazie

Lascia un commento