Fiori estivi da vaso: scelta e coltivazione

Riuscire a rendere fiorito e profumato il proprio balcone è un desiderio molto comune soprattutto in estate, stagione ideale per godersi pienamente uno spazio all’aperto e creando un vero e proprio giardino da curare e ammirare. Non tutte le piante da fiore, tuttavia, sono adatte per essere coltivate durante i mesi più caldi, spesso destinate a seccarsi o a soffrire eccessivamente le alte temperature.

=> Scopri le piante rampicanti da balcone o giardino


Esistono diversi tipi di fiori, tuttavia, che possono crescere rigogliosi e splendenti, ovviamente se sistemati con cura e idratati nel modo giusto, prestando attenzione ai temporali estivi e proteggendoli sia dalle possibili grandinate che dai pericolosi ristagni d’acqua. Ecco una ricca selezione di fiori da vaso che possono essere facilmente coltivati durante tutta l’estate.

Gerani

Gerani

Colorati e appariscenti, i gerani sono forse i fiori che è più facile ammirare nei balconi e nei giardini in estate, soprattutto grazie alla loro capacità di ricadere verso il basso, decorando in modo davvero particolare anche i terrazzi più nascosti. Ne esistono di diverse varianti di colore e necessitano di cure abbastanza semplici, come le annaffiature regolari quando la temperatura è davvero elevata assicurandosi che il terriccio sia sempre umido. I gerani, inoltre, hanno bisogno di molta luce solare per svilupparsi al meglio.

Ortensie

Ortensie

Anche le ortensie rappresentano una tipologia di fiori molto appariscente e decorativa, facilmente coltivabile in vaso durante i mesi estivi purché sia annaffiata regolarmente e in modo abbondante. Per mantenere il terriccio sempre fresco e sufficientemente acido, inoltre, potrebbe essere utile collocare della corteccia di pino sul fondo del vaso. Questo fiore, inoltre, richiede vasi molto ampi per crescere in modo ottimale, pertanto è optare per questo tipo di piante se si possiede un giardino o un balcone abbastanza ampio.

Lavanda

Lavanda

La lavanda fiorisce in modo completo da giugno ad agosto e il particolare profumo dei suoi fiori rappresenta anche un repellente naturale contro le zanzare. Necessita di molto sole ma anche di vasi molto ampi per poter svilupparsi al meglio, prestando attenzione all’apporto d’acqua in modo tale che non si creino ristagni

=> Scopri come coltivare la lavanda in vaso


Gladioli

Gladioli

Il gladiolo rende bene in vaso e produce fiori a stelo molto lungo durante tutta l’estate, da luglio a settembre. Per far fiorire questa pianta al meglio è necessario collocare i vasi al sole e bagnarli spesso, in modo tale che il terriccio sia sempre umido. È anche opportuno sistemare i vasi con i gladioli in una zona del giardino o del balcone protetta dal vento, responsabile di far piegare gli steli.

Petunie

Petunie

Le petunie fioriscono in estate e arricchiscono i balconi in modo molto decorativo grazie alla vasta gamma di colori che le caratterizzano e all’effetto “ricadente” che sono in grado di produrre. Hanno bisogno di penombra ma tollerano bene anche il sole diretto, sempre se bagnate in abbondanza anche a cadenza giornaliera.

Ibisco

Ibisco

L’ibisco predilige la luce solare e le temperature miti o calde, richiedendo un apporto d’acqua regolare soprattutto durante i periodi di siccità e privi di piogge. Il vaso deve essere abbastanza capiente mentre il terriccio deve essere ricco di sostanze nutritive e ben drenato. L’annaffiatura, però, non deve mai creare ristagni.

=> Scopri le piante che resistono alla siccità


Rose

Rose

Le rose possono crescere rigogliose anche in estate e in vaso, tuttavia è fondamentale curarle al meglio e annaffiarle prima che il terriccio diventi completamente secco. L’importante, tuttavia, è non bagnare le rose nelle ore più calde della giornata, preferendo il mattino presto o il tramonto per monitorare l’idratazione e l’umidità del terreno, avendo cura di non bagnare le foglie e i fiori. Un ultimo consiglio: quando non è possibile garantire l’annaffiatura quotidiana delle rose in vaso è possibile collocare dentro un pezzo di corteccia di pino precedentemente immersa nell’acqua.

8 agosto 2018
Immagini:
Lascia un commento