Anche se non ce ne rendiamo conto nella nostra vita quotidiana, le nostre abitudini alimentari sono un riflesso dei bisogni emotivi e psicologici di ognuno di noi. Questo è fortemente legato alla prima infanzia, quando essere nutriti era correlato alle attenzioni e all’amore della propria madre. Dunque, nella prima fase di vita, soddisfare il senso di fame produce un senso di sicurezza e benessere:questo viene registrato nella nostra psiche, con il conseguente parallelismo che facciamo tra cibo, protezione e amore. Tutto ciò spiega il motivo secondo cui anche le frustrazioni e la tristezza possono spingere ad avere fame.

Sovrappeso e disagi emotivi

Si può parlare di obesità quando si supera del 20% il peso ideale. Mentre la considerazione estetica dell’obesità varia a seconda dei canoni di bellezza, è chiaro che il sovrappeso è un fattore di rischio che può portare anche a malattie gravi.

In alcune persone obese adulte, già da bambini spesso si rileva la tendenza al sovrappeso: questo vuol dire che, in genere, si possono acquisire cattive abitudini alimentari già dall’infanzia. Non è raro, infatti, che nella stessa famiglia siano più persone a soffrire della problematica.

Considerando tutti questi fattori, è evidente come il sovrappeso non sia semplicemente una questione genetica, ma il risultato di molti fattori familiari, sociali e soprattutto emotivi. Proprio per questi ultimi possono essere utili i Fiori Californiani, anche perché affrontare una dieta dimagrante spesso mette a dura prova i nervi e l’umore.

Fiori californiani utili per dimagrire

Tra i Fiori Californiani utili per dimagrire, si elencano:

  • Range of light: questo rimedio mira a nutrire l’amore per il proprio corpo, aiutando a migliorare i sentimenti sprezzanti che si hanno nei suoi confronti. Aiuta coloro che si puniscono con diete severe, pericolose e inutili e che si detestano per il proprio aspetto fisico;
  • Blackberry: permette di raccogliere forza di volontà e di concretizzare le proprie idee;
  • Cayenne: aiuta quando il dimagrimento si arresta, per dare una sferzata al metabolismo;
  • Goldenrod: per coloro che utilizzano il grasso come uno scudo per avere un aspetto sgradevole e allontanare gli altri, della cui intimità hanno paura;
  • Iris: per le persone golose che facilmente cedono alla tentazione dei dolci;
  • Mariposa Lily: nutre a livello emotivo, sollevando da quei sentimenti di bruttezza e di rifiuto che ci si porta dietro dall’infanzia. È utile a quelle donne che hanno difficoltà con la propria femminilità;
  • Milkweed: questa essenza floreale è indicata per coloro che sono dipendenti dal cibo, così come da droghe e alcol, e che non riconoscono lo stimolo della sazietà;
  • Sage: per gli individui che si vogliono sentire vittime della propria condizione fisica perché è più semplice che agire;
  • Snapdragon: è contro la fame ansiosa, così come contro il modo ansioso di mangiare, tipico di chi non mastica il cibo e ingoia gli alimenti senza esserne consapevole e senza gustarli;
  • Tansy: per quelle persone che tendono a rimandare le azioni e il cui sovrappeso è dovuto a un atteggiamento generale di pigrizia e di sciatteria. Permette di contrastare la vita sedentaria.

30 giugno 2015
I vostri commenti
stagionata10, mercoledì 1 luglio 2015 alle20:59 ha scritto: rispondi »

ma dove li rovo e come si fa la tisana............... quante volte al di' ecc ecc

Lascia un commento