Fiat: la Leaf è brutta. Nissan passa al contrattacco

In un mercato dell’auto in affanno, con poche novità veramente degne di nota e dei saloni internazionali che scivolano via quasi soporiferi, a destare l’attenzione arriva un sorprendente botta e risposta come quello avvenuto tra Fiat e Nissan, le cui rispettive delegazioni sono intervenute a scaldare l’ambiente del Salone di Los Angeles con dichiarazioni che stanno facendo discutere appassionati e addetti ai lavori negli USA.

Terreno di scontro tra i due gruppi è l’auto elettrica, in particolare la Nissan Leaf e la nuova Fiat 500e, che proprio a Los Angeles fa il suo debutto ufficiale. A iniziare il botta e risposta è stata la casa italiana tramite il responsabile marketing Matt Davis, che in un’intervista rilasciata alla stampa ha parlato della nuova arrivata in questi termini:

>> Scopri le caratteristiche della nuova Nissan Leaf 2013

Cerchiamo di essere onesti, la bruttezza è probabilmente una delle peggiori forme di inquinamento. La FIAT 500e dimostra che non è necessario rinunciare al bell’aspetto per realizzare un’auto elettrica.

Il riferimento al cosiddetto “inquinamento visivo” è rivolto alla Nissan Leaf, l’elettrica giapponese che per il manager Fiat non sembra brillare a livello estetico. Si è quindi trattato di un duro attacco verso un concorrente, forse anche parecchio gratuito, che ha ovviamente attirato un’immediata e pungente replica da parte di Nissan, il cui capo della comunicazione e marketing Simon Sproule ha ribattuto:

Ammettiamolo, la stessa FIAT non ha evitato di proporre stili controversi. Molti potrebbero descrivere parecchi dei loro prodotti come “inquinamento visivo”. Basta dare uno sguardo alla Fiat Doblò.

Una replica ferma e altrettanto pungente, che Sproule ha però rincarato la dosa, prendendo di mira la FIAT 500 elettrica:

>> Guarda le immagini della FIAT 500 elettrica

Hanno scelto il veicolo più piccolo della loro gamma con il minor numero di funzionalità per i passeggeri… Non credo che abbiano la credibilità o il materiale per potersi permettere questi tipo di dichiarazioni.

Nel gergo calcistico si direbbe “uno a uno e palla al centro”, ma visto che si parla di automobili di segmenti diversi e quindi non in diretta concorrenza tra loro, non appare del tutto chiaro il valore di questo botta e risposta. Che la FIAT 500e punti sullo stile retrò e l’aria sbarazzina tralasciando la praticità è cosa risaputa, così come appare chiaro che nel realizzare la Leaf Nissan ha seguito delle linee guida tese a privilegiare aspetti come flessibilità d’uso e tecnologia rispetto all’estetica.

Si tratta di due prodotti totalmente diversi e relativamente in concorrenza quindi, rivolti a due tipologie di pubblico difficilmente sovrapponibili tra loro. Eppure, sarà stata l’adrenalina data dalle luci dell’evento di Los Angeles, i responsabili marketing di FIAT e Nissan sembrano essere andati un po’ oltre la lecita promozione dei propri prodotti, sconfinando in territori che sono più vicini a sfottò da stadio invece che a una sana concorrenza tra costruttori che si confrontano sul difficile mercato automobilistico.

6 dicembre 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Giulio, venerdì 7 dicembre 2012 alle19:14 ha scritto: rispondi »

avete mai guardato le toyota e le lexus?!

Alessandro Ghio, venerdì 7 dicembre 2012 alle15:29 ha scritto: rispondi »

se la frase del rappresentante FIAT è tutta quì allora non c'erano riferimenti di alcun tipo  alla NISSAN.... forse sono proprio loro che, non essendo molto convinti del risultato, hanno pensato che fosse rivolto a loro... comunque obiettivamnete la Nissan è di un brutto sconvolgente!!

Lascia un commento