Novità per la gamma della Fiat Bravo MyLife, che si arricchisce dell’alimentazione bi-fuel associando al conosciuto 1.4 a benzina la possibilità di viaggiare anche a GPL.

La Fiat Bravo 1.4 EasyPower MyLife eroga 90 cavalli e ha il vantaggio, a differenza di altre concorrenti, di essere un modello “di primo impianto” (OEM), cioè di veder installato l’impianto GPL direttamente in fabbrica e non tramite un montaggio post-produzione.

L’obiettivo, inoltre, è quello di puntare sul risparmio consentito da questo tipo di alimentazione a fronte di un contesto che vede la spesa per l’auto sempre più pesante sulle tasche degli automobilisti anche e soprattutto a causa del continuo rincaro dei prezzi dei carburanti tradizionali. Non a caso Fiat, nel presentare la Bravo 1.4 EasyPower sottolinea i benefici economici del GPL rispetto alla versione a benzina del modello, spiegando che, in alcuni casi, il contenimento dei costi consentito dalla versione bi-fuel arriva ad essere quasi la metà.

La Fiat Bravo GPL si distingue rispetto al resto della gamma pure per alcuni dettagli estetici, tra cui il montante centrale nero lucido e i cerchi in lega da 16 pollici con razze caratterizzate da una finitura diamantata, dettagli a cui si aggiunge la griglia anteriore specifica. La dotazione non differisce invece dall’allestimento MyLife delle versioni benzina e diesel e presenta quindi 6 airbag, l’ESP con Hill Holder per le partenza in salita, i fendinebbia con funzione cornering, il volante e il pomello del cambio rivestiti in pelle, gli alzacristalli elettrici posteriori e il climatizzatore manuale.

Resta optional il software eco:Drive utile per ottimizzare il proprio stile di guida in funzione del maggior risparmio di carburante, ma sono presenti comunque accessori come il Blue&Me con integrato il navigatore a mappe Istant Nav e la possibilità di gestire il tutto tramite i tasti sul volante o i comodi comandi vocali.


Il prezzo della Fiat Bravo 1.4 16 valvole EasyPower è di 20.680 euro, che possono scendere fino a 17.000 euro fino al 29 febbraio grazie a un’offerta lancio che prevede anche il finanziamento di 48 mesi con anticipo zero e interessi zero, oltre al Prestito Protetto e alla tutela assicurativa in grado di coprire, in caso di perdita del posto di lavoro, il pagamento delle rate.

22 febbraio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento