La Fiat 500 ibrida esiste: può montare uno o due motori elettrici ed è “made in Italy”. Con una differenza rispetto alla normale produzione FCA: non si tratta di un nuovo modello “ufficiale”, quanto di una trasformazione operata da un’azienda privata.

Si tratta della Fiat 500X Hybrid E, opera di BerMarTEC/Movelectric, azienda di Bolzano specializzata nella realizzazione di soluzioni rivolte alla mobilità sostenibile.

Tecnicamente, la Fiat 500X Hybrid E è in fase di sviluppo: il primo esemplare è stato presentato lo scorso weekend al Safety Park di Bolzano; dopo l’imminente estate, la 500X Hybrid E potrebbe assumere un ruolo di battistrada nella mobilità eco friendly relativamente alle novità ibride di fabbricazione italiana.

I tecnici altoatesini hanno operato sulla versione a trazione integrale di Fiat 500X, e questo per motivi tecnici: l’intervento da parte di BerMarTEC/Movelectric consiste nel montaggio di una o due unità elettriche in corrispondenza dell’albero di trasmissione rivolto al retrotreno. Una tecnologia modulare, studiata per offrire al cliente una propulsione “su misura”, a seconda delle specifiche esigenze.

Un ulteriore vantaggio offerto da questa soluzione consiste nel fatto che con la modularità di propulsione è possibile adattare un sistema ibrido plug–in a qualsiasi versione, basta che abbia la trazione integrale.

Ciascun motore elettrico, sincrono a magnete permanente, sviluppa una potenza massima nell’ordine di 30 kW, è possibile collocare fino a tre unità zero emissioni (dunque, per una potenza complessiva di 90 kW e un aumento di peso di circa 180 kg); l’alimentazione avviene per mezzo di batterie agli ioni di litio collocate all’interno del bagagliaio e ricaricabili in circa sei ore mediante una “presa” dietro il monogramma “Fiat” sulla mascherina anteriore. A sua volta, il sistema elettronico di gestione si trova nel vano della ruota di scorta.

Interessanti i valori prestazionali comunicati dall’azienda altoatesina per Fiat 500X Hybrid E: con la sola alimentazione elettrica l’autonomia è di 30 km a una velocità massima di 120 km/h.

31 maggio 2016
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
Rosario, mercoledì 1 giugno 2016 alle11:25 ha scritto: rispondi »

Evviva anche in Italia parte l'ibridizzazione indipendente! Speriamo che i costi siano accettabili

Lascia un commento