Al via il Festival Internazionale di Giornalismo di Perugia. Dal 15 al 19 aprile occhi puntati sull’informazione ambientale, sempre più al centro dell’attenzione per quanto riguarda la comunicazione dei temi caldi dell’ambiente. Tra questi sempre più in evidenza fonti rinnovabili, cambiamenti climatici e sostenibilità.

Al Festival Internazionale di Giornalismo di Perugia molti gli eventi, promossi dalla FIMA (Federazione Italiana Media Ambientali). Nella giornata di oggi si concentrano alcuni importanti appuntamenti in merito alle tendenze attuali e future dell’informazione ambientale: un vero e proprio “green day” tra cui spiccano incontri come quello avviato alle 15 e dedicato alla Carta dell’Informazione Ambientale, scaturita da riflessioni ed esami condivisi di giornalisti e comunicatori ambientali.

La giornata si concluderà con l’ultimo appuntamento delle 18 presso l’Hotel SanGallo dal titolo “Clima di cattiva informazione. Verso la COP 21 di Parigi“. Si discuterà dell’approccio da parte della stampa italiana all’informazione ambientale della COP21 parigina.

Dopo la cattiva mostra di sé messa in atto a Lima, con due soli cronisti italiani presenti, ci si domanda se le testate nazionali siano davvero pronte a gestire l’enorme flusso informativo in merito a emissioni climalteranti, crollo prezzo del petrolio, fonti fossili, rapporti IPCC, tematiche energetiche all’interno di scenari in costante mutamento. Interverranno Marco Fratoddi, direttore La Nuova Ecologia, Felix Buttin, consigliere Ambasciata di Francia in Italia, Veronica Caciagli, presidente Italian Climate Network e Alex Sorokin, presidente InterEnergy.

Il primo appuntamento della giornata è stato con l’incontro “Ambiente & informazione: occasione mancata?”, al quale hanno partecipato alcuni esponenti di rilievo dell’informazione ambientale in Italia. Si è discusso delle trasformazioni introdotte dall’avvento del digitale, delle difficoltà di inserimento dei consueti attori impegnati nel raccontare l’ambiente e di creare un’offerta informativa che sia davvero efficace.

Ne è seguito un appuntamento con l’incontro organizzato da giornalisti nell’Erba dal titolo “#gNeLab, nuovi giornalismi e uno sguardo… #oltre”. Un occhio all’informazione ambientale nell’anno di Expo Milano, alla ricerca di nuovi modi di comunicare l’ambiente grazie anche all’utilizzo del web e dei social. Tra le nuove modalità per raccontare la sostenibilità anche l’iniziativa Feed Your Future, qui presentata per la prima volta dopo la nomina degli 8 giovani cronisti vincitori del concorso.

15 aprile 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento