Il Festival di Yulin, l’evento cinese della carne di cane, è cominciato nonostante le proteste degli ultimi giorni. Mentre decine di star hollywoodiane hanno prestato la loro immagine per sensibilizzare al rispetto dei diritti degli animali, le autorità locali hanno imposto il divieto della macellazione in strada, un primo passo per contenere pratiche di soppressione lontane dai vincoli igienici imposti dalla legge. Nel frattempo, alcuni attivisti sono riusciti a trarre in salvo ben 1.000 esemplari.

Si stima che in Cina, ogni anno, vengano uccisi dai 10 ai 20 milioni di cani per la loro carne. 10.000 di questi vengono catturati e consumati durante il Festival di Yulin, un evento ormai diventato simbolo di chi lotta contro il ricorso ad animali domestici, almeno come vengono considerati in Occidente, per ragioni alimentari. L’attivista Marc Ching, già attivo nella campagna dei giorni scorsi con le star di Hollywood, ha raggiunto la località asiatica e, insieme a Valarie Ianniello, è riuscito a trarre in salvo 1.000 esemplari da sei diversi macelli. Il tutto documentato da fotografie e video, pubblicati sulla pagina Facebook della loro associazione non-profit.

Il video conferma come i cani non vengano accuditi in condizioni igieniche e di salute sufficienti prima della macellazione: gli animali, stretti a decine in piccole gabbie, presentano corpi emaciati e malati e molti quadrupedi sono affetti da infezioni. Gli animali, inoltre, vengono violentemente percossi e torturati prima della macellazione – spesso vengono addirittura scuoiati vivi – poiché è credenza popolare cinese ritenere che la carne diventi più prelibata qualora il quadrupede subisca una morte violenta.

Sembra che gli attivisti siano riusciti a convincere i proprietari dei sei macelli a cessare le procedure, con un contributo economico e supporto per incominciare business più sostenibili e privi di crudeltà sugli animali. I 1.000 cani salvati, a seguito dei dovuti controlli di legge, verranno invece trasferiti negli Stati Uniti, dove prima verranno accolti dai rifugi e, infine, resi adottabili.

22 giugno 2016
Fonte:
I vostri commenti
Valeria, giovedì 23 giugno 2016 alle0:15 ha scritto: rispondi »

Come si fa a essere così crudeli !Cinesi fate schifo .Meritate la stessa crudeltà

alessandra, mercoledì 22 giugno 2016 alle16:14 ha scritto: rispondi »

terrificante, insopportabile il pensiero per l'indicibile sofferenza inflitta a queste povere creature!!!!!!!!! BASTA PIANTATELA!!!!!!!!! SIETE DELLE BESTIE VERE avrò pietà di questo popolo quando la finiranno con questa atroce mattanza!!!!!!

Lascia un commento