La vita in canile non è mai una delle più facili, spesso scarseggia il tempo per sgambare e farsi coccolare. I pochi volontari devono gestire un numero sempre crescente di ospiti, bisognosi di cure, pulizie e attenzioni. Ma il tempo non è mai sufficiente, nonostante la voglia di far felici tutti sia tanta e sempre presente. E, così, i tanti cani del rifugio trascorrono molto tempo in attesa che qualcuno li noti e se ne innamori. Magari giorni, ma anche mesi e anni chiusi in un box, con la speranza nel cuore che la vita cambi percorso. Per rendere meno pressante questa permanenza, alcuni volontari del Maricopa County Animal Care and Control (MCACC), nello stato americano dell’Arizona, hanno deciso di creare un diversivo: una festa in piscina.

Per realizzare questo momento di grande svago e divertimento, hanno chiesto il supporto di Second Home Pet Resort, un centro molto esperto in materia e solito collaborare con molti canili di zona. E così i cani Rogue, Grayson, Bean, Henry, Loki, Ozzie, Benito e Polo, provenienti da due canili affiliati al gruppo MCACC, hanno potuto usufruire di una festa in piscina.

=> Scopri il cane immobile in piscina


Un evento organizzato appositamente per loro e per il loro divertimento, che gli ha permesso di svagarsi e rilassarsi. I cani si sono incontrati in territorio neutrale, così da conoscersi e interagire prima del giorno del party. Un’accortezza utile a vivere al meglio la festa, senza battibecchi improvvisi. Ognuno di loro era affiancato da un volontario.

=> Scopri la piscina riscaldata per cani


Alla vista della piscina i cani sono letteralmente impazziti di gioia, gettandosi in acqua con forza e allegria. La festa è proseguita per circa due ore, tra giochi e interazioni di gruppo. Anche i volontari hanno potuto immergere i piedi in acqua, così da affiancare i quadrupedi nel momento di massimo svago. Questo evento ha garantito relax e benessere agli otto fortunati, che sono stati immortalati durante la giornata. Lo staff spera che le immagini possano favorire una loro rapida adozione, così da mostrare gli animali anche al di fuori dell’ambiente del canile.

27 giugno 2017
Fonte:
Lascia un commento