Festa della Mamma ai blocchi di partenza e pochi soldi per acquistare un regalo? Nessun problema, come sempre in questi casi conta davvero il pensiero: che sia una colazione servita a letto o delle frittelle fatte sul momento, un dolce o una tavola carina, ogni idea sentita risulterà un dono prezioso. Non è indispensabile esagerare perché per festeggiare la mamma basta anche improvvisare un pic-nic in salotto, visitare una mostra o guardare un film al cinema, ma anche comprare un piccolo vasetto di fiori da riporre allegramente sul balcone o sul bordo della finestra. Per chi invece ama creare e realizzare doni unici con le proprie mani, la casa è sempre fonte di ispirazione e materiale, che sia un disegno, oppure un portamonete di stoffa cucito a mano la regola vuole che ci si affidi al riciclo creativo.

Carta velina

Se alla mamma si vuole donare un fiore, ma i costi sono troppo alti, è possibile creare un piccolo mazzolino creativo di fiori di carta. Semplice, facile, con carte e articoli di recupero per un effetto colorato e unico. L’idea più classica è quella del mazzolino di mini garofani, un progetto che si può realizzare con la carta velina ma anche con i fazzoletti, in pieno riciclo creativo. Stendete il foglio di carta velina di circa 20x20cm e ripiegatelo a strisce così da ottenere una sorta di fisarmonica. Bloccate centralmente con un segmento di filo di ferro lungo arrotolando le estremità per fissare il tutto e ottenere il gambo, quindi eliminate un segmento di circa 4 cm per parte. Con un pennarello rosso o rosa (oppure della pittura) colorate i lati corti per circa 3mm, lasciando asciugare. Nella carta velina verde ritagliate sagome di foglie piccole e sottili, quindi ricoprite il filo di ferro con la guttaperca inserendo le foglie in modo equilibrato. La guttaperca è il nastro di carta verde adesiva utilizzata dai fioristi, che facilita la creazione dei rametti in hobbistica. Per finire si apre e si sfoglia la carta velina così da ottenere un effetto vaporoso simile a un garofano.

Cartoncino e cartapesta

Se invece preferite il cartoncino, tagliate strisce lunghe 23 cm e alte 7 di colore verde chiaro, ma anche giallo e azzurro, sfrangiando con le forbici solo uno dei due lati lunghi. Stendete una striscia di nastro adesivo lungo l’altro lato lungo, togliete la pellicola protettiva e avvolgetelo su uno stecco di legno da spiedo. Si fissa la base del fiore ottenuto con della carta stagnola e si ricopre con la guttaperca, sia la base che il gambo. Un consiglio per garantire l’adesione: inumiditela leggermente con poca acqua. A lavoro completato, aprite leggermente i petali verso l’esterno così da ottenere un effetto a ciuffo, rifinite con foglie di carta velina verde fissate con poca colla vinilica. Alternandoli per colore, realizzate un mazzolino di fiori da disporre all’interno di un vasetto di vetro colorato o una piccola brocca di ceramica.

Infine per gli amanti delle rose si possono creare fiori maxi ed ecologici grazie alla carta crespa dai colori rosa chiaro, rosa cipria e fucsia. Ritagliate almeno 25 petali a forma di cuore di circa 30 cm di altezza, due foglie verdi di 15 cm di lunghezza e piccole foglie ovali di 8 cm, necessarie per la base. Per il gambo unite 5 bastoncini sottili di legno lunghi 40 cm l’uno (oppure uno unico abbastanza spesso), quindi ricoprite con la guttaperca. Modellate i petali con le mani e applicate la loro punta con un goccio di colla vinilica all’estremità del gambo. Fissate i petali partendo da quelli più chiari al centro e, girando intorno all’estremità del gambo per creare volume, applicate i petali piccoli alla base del fiore, fissando il tutto con giri stretti di guttaperca verde. Per rifinire la maxi rosa, unite anche le foglie e muovete i petali verso l’esterno così da ottenere un effetto naturale.

8 maggio 2015
Lascia un commento