La Festa della Donna è ormai alle porte: l’8 marzo, infatti, il genere femminile verrà celebrato pressoché ovunque, con lo scambio delle tradizionali mimose, feste a tema e, perché no, anche cene romantiche. Ma oltre ai fiori, come rendere speciale questa giornata, lasciandosi andare al fai da te e alla decorazione?

Sono molte le idee originali che possono essere realizzate in occasione della Festa della Donna, dalla semplice ma efficace creatività di un découpage, passando per stencil, lettering e molto altro ancora. Quasi tutte le tecniche possono approfittare abbondantemente del riciclo creativo, riutilizzando elementi già disponibili in casa. Un modo per divertirsi e sfogare la propria creatività, senza pesare sull’ambiente.

Stencil e découpage

Così come già accennato, il simbolo della Festa della Donna è la mimosa. Un fiore dall’intesa colorazione gialla, dalla tipica conformazione a batuffoli e dal profumo immediatamente riconoscibile. Proprio questo profumo, tuttavia, non è gradito a tutte: perché, allora, non sfruttare il simbolo, senza però ricorrere al fiore vero?

La prima idea da realizzare è facilissima e si avvale, come facile comprendere, della tecnica dello stencil. Innanzitutto, ci si dovrà procurare un disegno stilizzato di una mimosa, anche scaricato dalla rete, che fungerà come guida per realizzare lo stencil. Dopo averlo stampato, si ritaglia la figura lungo il contorno e, quindi, si fissa il tutto su una lastra di cartoncino oppure un foglio trasparente per stencil. Con una matita, si traccia nuovamente tutto il contorno e, infine, si ritaglia la parte interna sullo stencil. Si poggia quindi il modello sulla superficie che si desidera decorare – una parete, un mobile, un biglietto d’auguri e molto altro – e, tramite una spugnetta imbevuta di tempere gialle e verdi, si picchietta lungo lo stencil, senza preoccuparsi troppo di uscire dai bordi. Una volta rimosso il modello, la mimosa decorativa sarà pronta.

Altra idea è quella del découpage, ad esempio per abbellire un piccolo portagioie in legno da regalare alle amiche, oppure un vaso per il centrotavola e molto altro ancora. Anche in questo caso, si ritagliano da giornali o si prendono dal web delle fotografie di mimose o, in alternativa, del design preferito. Ogni figura, inoltre, dovrà essere ritagliata lungo i contorni. Si stende sulla superficie da decorare uno strato leggero di colla vinilica, aiutandosi con un pennello, si dispongono le figure a piacere – anche in modo sovrapposto – e si passa un ulteriore strato di colla o, meglio ancora, di vernice trasparente fissante.

Lettering

Una delle tecniche di decorazione più in voga negli ultimi tempi è quella del lettering, ovvero l’uso di parole e caratteri per arredare, abbellire, rinnovare la casa. Il lettering nasce come disciplina nel mondo dell’arte e della grafica, come studio del significato simbolico dell’aspetto delle lettere, si pensi al caso delle onomatopee nei fumetti oppure dei graffiti di strada. In arredamento e decorazione, invece, assume altre funzioni, ovvero quello dell’abbellimento dell’ambiente.

Le singole lettere possono essere acquistate in qualsiasi negozio dedicato al bricolage o, in alternativa, realizzate con del cartoncino, del compensato o qualsiasi altro materiale di riciclo. Una proposta interessante, anche se molto lunga da realizzare, vede l’abbinamento del cartoncino con il filo di lana o di cotone. Si ritagli dal cartoncino, anche avvalendosi di un modello, le lettere desiderate. Dopodiché, lungo una delle estremità, si fissi un capo del filo e, piano piano, lo si arrotoli lungo tutta la lunghezza, finché l’intera base non sarà più visibile. Molte le parole che si possono comporre, basta dare libero sfogo alla fantasia: “8 marzo”, “donne”, “amore” e via dicendo.

5 marzo 2016
Lascia un commento