In data 28 gennaio 2016 il GSE ha aggiornato al 31 dicembre 2015 il contatore degli oneri delle FER diverse dal fotovoltaico. Alla fine dell’anno il costo cumulato degli incentivi erogati agli impianti alimentati da fonti rinnovabili non fotovoltaiche si è attestato sui 5,658 miliardi di euro. Una cifra al di sotto del tetto annuo massimo fissato a 5,8 miliardi di euro.

Il contatore del Gestore dei Servizi Energetici ha registrato una riduzione degli incentivi pari a 11 milioni di euro rispetto al mese precedente. È lo stesso GSE a spiegare in una nota le cause principali del calo registrato:

La riduzione osservata è da imputarsi principalmente alla progressiva scadenza del periodo di incentivazione di alcuni impianti a CV e all’attività di verifica condotta dal GSE che ha determinato l’annullamento di alcune qualifiche IAFR.

Nel documento “Scenari di evoluzione del contatore FER” il GSE ha stimato gli effetti della norma sull’incentivazione degli impianti a biomassa, biogas e bioliquidi contenuta nella Legge di Stabilità 2016. Il provvedimento prevede l’estensione degli incentivi fino al 31 dicembre 2020 per gli impianti che hanno cessato di usufruire del precedente regime entro il 1° gennaio 2016 o cesseranno di usufruirne entro il 31 dicembre 2016. L’incentivo erogato sarà pari all’80% di quello riconosciuto dal D.M. 6 luglio 2012. Come illustra il GSE:

L’onere, risultante dall’eventuale adesione di tutti gli impianti potenzialmente interessati dalla norma (secondo il perimetro ricostruito), è valutabile nell’intorno dei 100 milioni di euro (nel range 78-129 € mln).

Le proiezioni del GSE dissipano ogni dubbio sullo sforamento del tetto degli incentivi. Nei primi mesi del 2017 quando la spesa dovrebbe sfiorare il valore limite il nuovo metodo di calcolo dovrebbe già essere entrato in vigore. Secondo le stime l’introduzione del nuovo metodo di calcolo scalerà dal contatore dai 250 ai 300 milioni di euro.

A dicembre del 2017 inoltre il GSE dovrebbe recuperare altri 580 milioni di euro dalla fine del periodo di incentivazione di Certificati Verdi e CIP 6.

1 febbraio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento