Essere onesti rende più sani secondo uno studio USA

La felicità e l’onestà sarebbero collegate tra di loro, come hanno dimostrato i ricercatori del San Diego Emotion Lab. È come dire che la menzogna fa male alla salute, anche se diverse persone sarebbero più portate a dire delle bugie a vantaggio sociale, nei confronti di quegli individui più sensibili i cui sentimenti potrebbero essere danneggiati.

=> Scopri perché la felicità è un rimedio naturale per difendersi da virus e batteri

In particolare gli esperti si sono occupati di analizzare quest’ultimo tipo di bugie, che possiamo chiamare anche “bugie bianche”. La prima parte dello studio ha voluto mettere in evidenza la correlazione tra bugie bianche e il livello di compassione verso la persona a cui si è mentito.

Hanno così riscontrato che più aumentava il livello di compassione più c’era la possibilità di raccontare una bugia. È come se il soggetto che mente volesse prevenire i danni emotivi che potrebbero verificarsi nel dire la verità.

=> Leggi perché dormire bene e la vita sessuale sono più importanti del denaro

La seconda parte della ricerca è andata più in profondità e ha preso in considerazione le differenze della personalità per vedere le modalità di gestione della pietà verso qualcuno. Si è visto che anche le persone oneste possono dire bugie per prevenire danni emotivi. Ma questo tentativo può essere di ostacolo alla felicità.

Qualunque sia la bugia, mentire può influire sulla salute mentale e fisica del soggetto, come hanno dimostrato anche ricerche precedenti. I ricercatori hanno visto che le persone che non mentono godono di una migliore salute fisica e mentale. Inoltre proprio con l’onestà si avrebbe la possibilità di migliorare i rapporti interpersonali.

21 settembre 2017
Lascia un commento