Fast food come un’infezione per le difese immunitarie, ecco perché

Brutte notizie per gli amanti del fast food. Patatine fritte, hamburger e il cibo spazzatura in generale rendono le difese immunitarie più aggressive nel lungo periodo, lasciando tracce negative sul corpo anche molto tempo dopo esser passati a una sana alimentazione. Lo rivela un nuovo studio condotto dall’Università di Bonn.

=> Leggi di più sui pericoli per la salute legati agli imballaggi dei fast food

Lo scenario descritto dalla ricerca è particolarmente inquietante. Con una dieta ad alto contenuto di grassi e ad alto contenuto calorico il sistema immunitario reagisce in modo simile a un’infezione batterica. In particolare, il fast food induce il corpo ad avviare rapidamente le difese immunitarie, e questi stimoli nel lungo termine sono correlati allo sviluppo di arteriosclerosi e diabete, malattie legate al consumo di cibi tipicamente occidentali.

=> Scopri i rimedi naturali per le difese immunitarie basse

Per giungere a questa conclusione i ricercatori hanno preso in esame dei topi, somministrando loro per un mese una dieta ricca di grassi, zuccheri e poche fibre. I topi hanno quindi sviluppato una forte risposta infiammatoria in tutto il corpo, quasi come dopo un’infezione da batteri, condizione che persiste – sebbene in forma minore – anche molte settimane dopo un’alimentazione più sana.

Il danno causato dal cibo spazzatura persiste anche quando si inizia a seguire un’alimentazione sana e salutare, che comprende un alto contenuto di frutta e verdura. Questo perché il corpo usa una sorta di “memoria” che ricorda le esperienze passate per proteggersi meglio dalle future infezioni. Risulta dunque importante evitare abitudini alimentari sfavorevoli, soprattutto nei bambini, aiutandoli a prendere decisioni più consapevoli su cosa mangiare.

16 gennaio 2018
Immagini:
Lascia un commento