Cresce il numero di vegetariani in Italia. Ogni anno coloro che decidono di rinunciare sia alla carne che al pesce sono sempre di più, per una media annua di crescita che si attesterebbe al 13,5% secondo i dati del rapporto Eurispes 2014. Per loro importanti novità arrivano sul fronte delle forniture farmacologiche e dell’assistenza medica.

I vegetariani italiani sarebbe aumentati dai 3,7 milioni registrati nel 2013 fino ai 4,2 milioni del 2014. Si fa sempre più largo tra la popolazione anche la dieta vegana, che prevede l’eliminazione della propria alimentazione anche di prodotti come latte, yogurt e uova. In arrivo per loro una rete di farmacie appositamente dedicata, in grado di fornire supporto a questa scelta e far sì che non ne risulti penalizzato il diritto alla salute.

Una rete italiana di farmacisti in grado di supportare vegetariani e vegani sia per quanto riguarda il rispetto di tali regimi alimentari, che per quanto riguarda la scelta di farmaci al cui interno non siano contenute componenti che violino le rispettive scelte. In più verrà fornita una consulenza per quanto riguarda integratori e altri prodotti utili a integrare eventuali carenze, come ad esempio quella di ferro.

Si tratta dei presidi Pharmavegana, presto in Italia. Si partirà con circa trenta punti localizzati per lo più nel Nord Italia. Ogni esercizio che deciderà di aderire alla rete di farmacie amiche di vegetariani e vegani sarà riconoscibile da uno specifico marchio.

17 aprile 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento