I farmaci generici sono da tempo un valido alleato dei consumatori, soprattutto per i medicinali che non sono coperti dal Servizio Sanitario Nazionale: sempre più di frequente, infatti, accanto alla versione commerciale di un farmaco è disponibile quella dallo stesso principio attivo a basso costo. Ma così non è per il mondo animale, dove i farmaci generici praticamente non esistono, con un peso decisamente esorbitante per le tasche di tante famiglie dello Stivale.

Per questo motivo l’ENPA, la senatrice Silvana Amati e la sezione toscana del PD hanno deciso di iniziare una raccolta firme affinché venga introdotta anche in Italia la possibilità di acquistare medicine generiche per cani e gatti, gli animali più diffusi a livello domestico.

Si tratta di una questione non di certo di poco conto, considerando come alcune medicine costino oltre al 100% in più rispetto ai corrispettivi umani, proprio per il fatto di non godere di alcuno sgravio fiscale perché rivolti all’utenza veterinaria. Ad esempio, il gastroprotettore ranitidina – spesso coperto dal SSN per l’uomo – arriva a costare fino a 16 euro a confezione per uso animale, mentre le cefalosporine anche oltre 27 euro. L’introduzione di una categoria generica di farmaci per Fido e Micio andrebbe a contenere questi ingenti costi, pur non intaccando le priorità di cura che da sempre la Sanità italiana si prefigge. Sull’opportunità della petizione, perciò, così l’ENPA si è espresso:

«Curare i pet è diventato un costo insostenibile per le famiglie italiane, già duramente provate dalla crisi e da un carico fiscale estremamente oneroso. L’attuale normativa prevede infatti che i veterinari non possano prescrivere ai loro pazienti animali farmaci per uso umano nel caso in cui siano disponibili medicinali veterinari – più costosi – con le stesse indicazioni terapeutiche. Secondo quanto calcolato dalla Protezione Animali, in alcuni casi il passaggio dai medicinali umani ai farmaci veterinari comporta in alcuni casi un aggravio ben superiore al 100%.»

29 agosto 2012
Lascia un commento