Fare le scale: benefici per l’organismo

Scegliere uno stile di vita sano e attivo, basato su una dieta equilibrata e sul movimento costante, è il modo migliore per mantenere l’organismo in forma. Gli impegni tipici della vita moderna, nonché le condizioni lavorative che ormai costringono a rimanere per molte ore davanti a un monitor, possono però rendere difficile inserire un sufficiente workout all’interno degli impegni quotidiani. Trovare anche una sola ora per la palestra può sovente diventare un miraggio, tuttavia esistono delle piccole alternative di cui approfittare il più possibile. Una delle tante è fare le scale, privilegiandole rispetto all’ascensore.

Può sembrare un’operazione banale, un fattore di poco conto, eppure salire e scendere le scale quotidianamente può avere effetti davvero positivi sull’organismo. Ovviamente, il riferimento è agli individui di media salute, privi di condizioni pregresse da monitorare, le cui necessità di movimento e di cura dovranno sempre essere concordate con il medico.

Fare le scale: benefici fisici

Scale

Il dilemma è certamente ricorrente durante la giornata: meglio fare una rampa di scale o, ancora, aspettare il ben più comodo ascensore? Per quanto la pigrizia possa prendere il sopravvento, la risposta è tuttavia molto semplice: le scale sono l’alternativa da preferire in qualsiasi condizione.

Sebbene possa sembrare una forma d’allenamento molto blanda, ha in realtà immediati benefici sul fisico. Innanzitutto, sul controllo del peso: un minuto di scale, pari a poco più di un piano, permette di bruciare dalle 8 alle 25 calorie. Nonostante il dato singolo possa sembrare esiguo, questo dovrà essere moltiplicato per il numero di piani e per le ripetizioni quotidiane: in condizioni normali, si può infatti arrivare a consumare qualche centinaio di calorie al giorno.

=> Scopri gli sport che migliorano il sesso

Non è però tutto, poiché il movimento necessario è ottimo per il mantenimento di una buona circolazione agli arti inferiori. Uno stile di vita sedentario, infatti, può rendere particolarmente difficile il ritorno del sangue dalle gambe al cuore, poiché queste ultime approfittano proprio delle contrazioni muscolari per agevolare il deflusso da vene e arterie. Il risultato di un mancato allenamento si concretizza in formicolii, gonfiore, ritenzione idrica, scarsa potenza e, nei casi più gravi, anche nella formazione di trombi e coaguli. Fare le scale ogni giorno, ripetendo l’operazione almeno una decina di volte, riduce sensibilmente queste conseguenze negative. Non a caso, si tratta di un’attività spesso consigliata a chi lavora in ufficio: una pausa di 15 minuti ogni due ore, camminando e salendo una rampa di scale, è infatti ideale per riattivare il flusso sanguigno.

Ancora, l’impegno quotidiano riduce i rischi a livello cardiaco, poiché non solo viene garantita una maggiore ossigenazione dei tessuti, ma si riattivano anche le normali protezioni dell’organismo contro l’accumulo di sostanze dannose, tra cui il colesterolo cattivo. Non ultimo, fare le scale migliora il senso d’equilibrio, riallinea il baricentro, combatte vertigini e cervicale e molto altro ancora.

Salire le scale: benefici psicologici

Scale

Salire e scendere le scale è un’attività utile anche alla mente, oltre che al fisico. Muoversi è infatti la principale modalità con cui è possibile smaltire tensioni e stress, soprattutto in ambito familiare o lavorativo. Quando le incombenze risultano troppo gravose, e il pensiero inizia a perdere la normale lucidità, approfittare di una rampa di scale permette di ritrovare fiducia e riordinare i pensieri. Questo non solo perché il movimento scarica il cortisolo, ormone proprio responsabile dei livelli di stress, ma anche perché lo sforzo costringe a una respirazione più regolare e profonda, con una maggiore ossigenazione del cervello.

=> Scopri i benefici dell’esercizio fisico sull’ansia

Per le medesime ragioni, il movimento è utile anche per gli individui affetti da disturbi ansiosi, tanto che fare due passi o salire qualche gradino può essere indicato per smaltire gli effetti di un recente attacco di panico. Ancora, l’attività aumenta l’autostima, poiché rende maggiormente consapevoli della propria forza e resistenza.

17 febbraio 2018
Immagini:
Lascia un commento