Già numerosi studi hanno dimostrato l’importanza del sonno per le persone adulte. Avrebbe infatti un enorme vantaggio sulla memoria e sulla capacità di acquisire nuove informazioni e applicarle a nuove situazioni.

Ora uno studio, pubblicato sugli Atti della National Academy of Sciences degli Stati Uniti, e condotto dai ricercatori dell’Università di Sheffield (Regno Unito) e della Ruhr University di Bochum (Germania), si soffermerebbe sull’importanza del sonno per i bambini e in particolare sul riposino o riposini svolti nell’arco della giornata.

Ne risulterebbe un’importanza particolare di questi momenti, soprattutto per la capacità di fissare le informazioni e le immagini acquisite subito prima di dormire e quindi per il potenziamento della memoria. Verrebbe meno quindi dal punto di vista dell’apprendimento la convinzione che i momenti migliori per l’insegnamento siano quando il bambino è bello sveglio, piuttosto che quando ha bisogno di riposare. Come ha spiegato Jane Herbert, dottoressa presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Sheffield:

Questi risultati sono particolarmente interessanti per entrambi i genitori e gli educatori perché indicano che il momento ottimale per i bambini di apprendere nuove informazioni è poco prima di fare un sonnellino.

Per arrivare a queste conclusioni sono stati valutati i comportamenti di 216 bambini sani dai 6 ai 12 mesi di età, ai quali è stato mostrato come manipolare e togliere una marionetta dalla mano, con ripetizioni a distanza di 4 e 24 ore. I bambini che hanno dormito, per almeno 30 minuti, entro 4 ore dal momento dell’apprendimento, hanno dimostrato di ricordare ciò che era stato loro mostrato e di avere reazioni più attive quando il gesto veniva ripetuto.

Il sonnellino però deve durare almeno 30 minuti perché si completi il processo di consolidamento e acquisizione delle informazioni. La flessibilità degli orari di riposo garantirebbe di raggiungere le condizioni ottimali di apprendimento per il bambino:

Questo studio ha esaminato le opportunità di apprendimento riguardo ai pisolini naturali e dimostra quanto preziose siano attività come la lettura di libri ai bambini poco prima di andare a dormire.

Ha specificato la dottoressa Herbert, ribadendo che per i bimbi e non solo non è fondamentale solo la quantità del sonno, ma anche la sua qualità, che viene preparata anche dalle azioni che si eseguono prima.

14 gennaio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento