Facebook pronta ad aprire il secondo data center europeo. A renderlo noto Mark Zuckerberg attraverso il proprio profilo FB, annunciando inoltre che il Paese destinato a ospitare il nuovo complesso sarà l’Irlanda. Come accaduto nel precedente caso (Lulea, in Svezia), si tratterà di alimentazione 100% da energie rinnovabili anche per la struttura che verrà realizzata a Clonee, poco fuori Dublino.

A orientare la scelta del colosso statunitense di un nuovo data center green in Europa possono aver giocato un ruolo importante due fattori. Il primo risulterebbe essere la richiesta di conservare entro i confini del Vecchio Continente i dati dei cittadini europei, espresso tramite la sentenza della Corte di Giustizia UE che ha invalidato l’accordo “Safe Harbour” (che all’opposto prevedeva l’invio di tali informazioni oltreoceano).

Il secondo sarebbe invece connesso, secondo quanto sostiene lo stesso Zuckerberg, all’enorme potenziale UE nell’orientamento culturale del futuro:

L’Europa è leader culturale nel determinare se il mondo diventerà più aperto e connesso o più chiuso e isolato. La sua cultura forgia il mondo.

Zuckerberg annuncia anche la sua presenza in Europa per il prossimo mese: sarà a Barcellona in occasione del Mobile World Congress e poi si recherà a Berlino. Nella sua apparizione spagnola il numero uno di Facebook parlerà di Internet.org, il suo progetto di connessione globale, oltre a presentare piani per l’utilizzo di velivoli a energia solare.

25 gennaio 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento