Fa una pedicure con i pesci e perde tutte le dita del piede

Una donna è stata costretta ad amputare tutte le dita del piede destro dopo aver fatto la Fish pedicure, ovvero la pedicure con i pesci, mentre era in vacanza in Thailandia. Victoria Curthoys, 29 anni, di Perth, in Australia, ha contratto nel 2006 un’infezione alle ossa delle dita dei piedi poiché aveva camminato sui vetri rotti.

Dopo aver subito un trattamento, la donna aveva recuperato totalmente il suo stato di salute, ma qualcosa è andato evidentemente storto durante la sua ultima vacanza in Thailandia, avvenuta nel 2010. Qui, insieme al marito si è recata in una Spa per uno dei trattamenti più popolari degli ultimi anni, la Fish Pedicure appunto.

=> Scopri se la Fish Pedicure è dannosa per uomo e animali

La vasca d’acqua di quel centro benessere era contaminata, a sua insaputa, da una malattia che le ha provocato una nuova infezione alle ferite chirurgiche delle operazioni precedenti. Così, tornando a casa, la donna ha iniziato ad avere febbre e altre malattie fin quando le è stata diagnosticata un’osteomielite, una condizione rara e grave che coinvolge l’infezione dell’osso. Dopo vari accertamenti i medici le hanno così amputato tutte le dita del piede destro per rimuovere completamente ogni segno d’infezione.

=> Leggi 10 trattamenti di bellezza naturali, che non fanno male

La storia di Curthoys è l’ultima di una lunga serie di ferite causate dalla pedicure con i pesci, che consiste nel posizionare i piedi in una vasca contenente centinaia di Garra rufa, una piccola specie di pesciolini ciprinidi che crescono nei fiumi, negli stagni, nei torrenti e nei laghi, e che a contatto con i piedi si nutrono di pelle morta, lasciandoli così setosi.

18 settembre 2018
Immagini:
Lascia un commento