Fa’ la cosa giusta! 2018: novità e appuntamenti

Torna dal 23 al 25 marzo 2018 Fa’ la cosa giusta!, edizione italiana della fiera dedicata al consumo critico e degli stili di vita sostenibili. Quest’anno la manifestazione compirà quindici anni ed sarà in programma come di consueto a Milano presso i padiglioni di FieraMilanoCity. Per festeggiare l’evento nell’evento gli organizzatori hanno deciso che l’ingresso sarà gratuito per tutti i visitatori.

A Fa’ la cosa giusta! 2018 i temi centrali saranno come di consueto, tra le 11 aree tematiche presenti, l’alimentazione vegana, le energie rinnovabili, l’abbigliamento e l’arredamento votati alla sostenibilità. Una delle novità più attese è “Scuola. Sfida per tutti”, dedicata all’educazione e all’istruzione, un progetto realizzato con la collaborazione di Officine Scuola.

=> Guarda le immagini dagli stand di Fa’ la cosa giusta 2017

Durante l’edizione 2018 di Fa’ la cosa giusta! si punterà inoltre a valorizzare i presidi alimentari locali, contribuendo così a celebrare l’anno nazionale del cibo italiano proclamato dal MIBACT e dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Protagonisti saranno le piccole realtà locali di valore: amministrazioni comunali, pro loco e associazioni di promozione economica e sociale dei Borghi, operatori della ristorazione, aziende di produzione tipica agroalimentare e vini del territorio.

=> Leggi la classifica mondiale della sostenibilità ambientale per nazioni

Ampio spazio anche alla cucina vegan, con laboratori e show cooking organizzati da FunnyVeg Academy. Verranno realizzati minicorsi tenuti da sei chef, tra cui Simone Salvini, con l’obiettivo di svelare i segreti dell’alta cucina vegetale e vegana per piatti sani che siano anche belli e gustosi.

A disposizione di famiglie e dei più piccoli uno spazio dedicato allo speciale “orto”, dove si “coltiverà” la curiosità dei bambini (da 3 a 10 anni) coinvolgendoli attivamente e artisticamente. Tra le novità attese a Fa’ la cosa giusta! anche Powerwall di Tesla, la batteria domestica in grado di integrarsi con i pannelli solari per ridurre al minimo la dipendenza dalla rete elettrica.

19 febbraio 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento